Come sopravvivere alla burocrazia delle tasse e dei benefici dell’Università di Verona e non solo: istruzioni per l’uso Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_1034" align="alignleft" width="398" caption="Università degli studi di Verona"][/caption] Mi sono resa conto che la maggior parte degli [caption id="attachment_1034" align="alignleft" width="398" caption="Università degli studi di Verona"][/caption] Mi sono resa conto che la maggior parte degli Rating:
Home » Articoli Vari » Come sopravvivere alla burocrazia delle tasse e dei benefici dell’Università di Verona e non solo: istruzioni per l’uso

Come sopravvivere alla burocrazia delle tasse e dei benefici dell’Università di Verona e non solo: istruzioni per l’uso

Università degli studi di Verona

Università degli studi di Verona

Mi sono resa conto che la maggior parte degli studenti dell’Università di Verona e non solo , non riesce a capire come poter richiedere la Riduzione dei contributi o le Borse di studio a causa della poca chiarezza (e scarsa reperibilità) delle informazioni fornite dagli uffici adibiti.

Ho pensato che potesse essere utile a tutti sapere come muoversi in questo labirinto che è la burocrazia, specialmente perchè se abbiamo in qualche (poche) occasione la possibilità di svuotare meno il portagli a favore dello Stato, che se ne intasca già molti, è il caso di sfruttarla

Cosa posso richiedere da studente?

Riduzione dei contributi :cioè lo ”sconto” sulla seconda rata, quella di fine Maggio, calcolando l’ISEE

Borsa di studio: ovvero pasti gratuiti da gennaio a dicembre nella mensa universitaria, totale esclusione dalla seconda rata di tasse e parziale dalla prima, e un importo variabile caricato sulla tessera ESU in due momenti diversi: fine dicembre e giugno. Per richiederla servono ISEE, ISEU e ISPEU. Sul sito Esu.vr.it o nella’area Diritto allo studio comparirà a fine ottobre una graduatoria provvisoria e a metà dicembre una definitiva. Potete rientrare in tre diverse categorie: in sede, pendolare o fuori sede (solo se avete un contratto di locazione regolare di almeno 10 mesi che dovete presentare entro il 12 Novembre)

Collaborazione 150 ore: lavorare presso biblioteche, uffici, tutorati delle varie facoltà, con una retribuzione di 1200€ per, appunto, per 150 ore di prestazione. Questo però è un servizio a cui le matricole non possono accedere. L’unica discrimine per poterne usufruire sono i CFU (crediti formativi universitari )che determinano la posizione in graduatoria

Cosa sono questi ISEE, ISEU e ISPEU? e dove richiederli?

l‘ISEE, a differenza di quello che molti credono, non è la semplice somma degli stipendi dei membri della famiglia che guadagnano, ma è quella somma divisa, moltiplicata o sottratta a dei valori che variano in base a diversi fattori: componenti nucleo famigliare, quanti in famiglia lavorano, se si ha un patrimonio mobiliare o immobiliare ecc.. L’ISEU e l‘ISPEU sono calcoli approntati sul patrimonio mobiliare e immobiliare. Per richiederli basta recarsi con la dichiarazione dei redditi in un CAAF (a Verona ad esempio ce n’è uno in via Settembrini, nello stabile della CGIL), ve ne sono di convenzionati che non vi fanno pagare la prestazione, comunque vi consiglio di telefonare per fissare un appuntamento, altrimenti facilmente vi troverete a fare svariate ore di coda.

In quale fascia economica rientro?

In base all’ISEE ogni ragazzo rientra in una delle tre fasce: da 0€ a 19595,63€, da 19595.63€ a 55000€ e l’ultima oltre i 55000€. Chi rientra nella prima può tranquillamente sperare di riuscire a ottenere sia borsa di studio che la riduzione dei contributi, chi rientra nella seconda può rientrare nella riduzione ma difficilmente nella graduatoria della borsa di studio, chi è nella terza non ottiene nulla.

E una volta ottenuti cosa devo fare?

dovete seguire questo percorso partendo dalla homepage di Univr.it: servizi>studenti>servizi online>servizi di carriera studenti Esse3> login (inserite matricola e password)>segreteria>autocertificazione. Giunti in questa pagine dovete per prima cosa compilate il ”Foglio di calcolo della condizione economica” seguendo le voci della documentazion rilasciatavi dal CAAF (che per altro coincidono) e stampate. Successivamente, sul fondo della pagina Autocertificazione cliccate su ”compila autocertificazione” e seguendo le indicazioni inserite i dati richiesti (mi raccomando, devono essere veritieri!) facendo attenzione alla correttezza di tutto; una volta ricontrollata date la conferma per la Stampa definitiva. Attenzione se avete intenzione di richiedere più di uno dei servizi (riduzione, borsa, 150 ore) fatelo in questa occasione, contrassegnando tutte quelle che vi interessano altrimenti poi non lo potrete più fare.

E poi?

con la documentazione del CAAF, il foglio di calcolo della condizione economica, l’autocertificazione, la fotocopia della carta d’identirà e la tessera di riconoscimento personale dell’Università recatevi nell’ufficio Diritto benefici allo studio in via Vipacco n°7 ( la traversa tra la libreria Quiedit e il bar Cambridge di fronte alla biblioteca Frinzi) che è aperto dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 13.00. Un consiglio che mi sento di darvi è quello di arrivare in anticipo, perchè l’attesa altrimenti è davvero infinita!

Entro quando devo consegnarli?

per la borsa di studio e le 150 ore il 30 settembre, la stessa data vale anche per la riduzione dei contributi se avete deciso di richiedere anche o/e la borsa o/e la collaborazione delle 150 ore. Mentre se volete esclusivamente richiedere la riduzione dei contributi la scadenza è il 15 dicembre.

Nb1: la graduatoria per la borsa di studio si basa sul reddito e sui CFU che avete conseguito entro il 10 Agosto. C’è un numero di crediti minimo però per far richiesta (il primo anno almeno 20, il secondo 80 e il terzo 135) a cui l’ufficio può decidere di aggiungerne alcuni bonus per raggiungere la cifra necessaria.

Nb2: Incentivo all’operosità, è un ”premio” assegnato d’ufficio agli studenti meritevoli che consiste nello sconto pari a 400€ sulla seconda rata del secondo anno se avete conseguito almeno 50 CFU nel primo anno di iscrizione (se siete borsisti, cioè avete ottenuto la borsa di studio, non vi verrà ovviamente assegnata)

Vorrei precisare che questa è la procedura standard di studenti in corso a Verona, in caso di situazioni particolari (disabilità, fuori corso, studenti che hanno cambiato facoltà ecc..) la cosa migliore è andare all’ufficio suddento in via Vipacco o telefonare al numero 045 8028711

Se seguirete attentamente queste indicazioni non dovreste avere alcun problema, perciò BUONA FORTUNA!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (8 votes cast)

Come sopravvivere alla burocrazia delle tasse e dei benefici dell’Università di Verona e non solo: istruzioni per l’uso, 5.0 out of 5 based on 8 ratings

Commenti (4)

  • massimo

    Credo proprio che l’ignoranza degli studenti in questo campo è dovuta alla volontà dei burocrati di non voler riconoscere il Diritto allo Studio sancito dalla nostra Costituzione, nella quale si afferma che gli studenti capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi economici, possono raggiungere i gradi più alti degli studi nonché il dovere della Repubblica a rendere effettivo questo diritto con borse di studio e assegni alle famiglie.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    Rispondi
  • Sgrendena

    Ottimo post!
    In questi giorni ho rigirato il sito di univr in lungo e in largo per capire bene come funziona la faccenda. Con un po’ di pazienza si ottengono dei risultati, però bisogna che qualcuno ti metta la pulce nell’orecchio per spingerti a cercare. Per assurdo, tante informazioni le ho trovate cercando su google “autocerficazione univr” e cose simili, perché mettere tutti i link utili non è il punto di forza del sito univr.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    Rispondi
  • sara prandelli

    se avessi qualche dubbio chiedi pure, se sono in grado di risponderti lo farà volentieri.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    Rispondi
  • ElGaton

    Aggiungo che i moduli per i benefici possono essere inviati all’Ufficio Diritto allo Studio anche per raccomandata A/R o dalla casella di posta istituzionale (idxxxxxx@studenti.univr.it). In questo modo si evita la coda.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    Rispondi

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su