Lettera a Santa Lucia (o Babbo Natale) di un ragazzo di colore Reviewed by Momizat on . Povegliano Veronese, 12 dicembre 2011 Cara Santa Lucia, queste poche righe sono il segno della nostalgia che avevo da piccolo, quando tutto il mondo mi sembrava Povegliano Veronese, 12 dicembre 2011 Cara Santa Lucia, queste poche righe sono il segno della nostalgia che avevo da piccolo, quando tutto il mondo mi sembrava Rating:
Home » Articoli Vari » Lettera a Santa Lucia (o Babbo Natale) di un ragazzo di colore

Lettera a Santa Lucia (o Babbo Natale) di un ragazzo di colore

Povegliano Veronese, 12 dicembre 2011

Cara Santa Lucia,

queste poche righe sono il segno della nostalgia che avevo da piccolo, quando tutto il mondo mi sembrava bello e pacifico. Ho voluto riprendere in mano la penna, anzi la tastiera visto che il mondo si è evoluto, e dirti cosa vorrei vedere sotto al mio albero di natale domani mattina. Avrei potuto chiederlo al tuo collega Babbo Natale, ma tu arrivi prima e spero che possa ascoltarmi. In caso, inoltra la lettera anche a lui così almeno i miei desideri verranno (forse) realizzati.
Prenditi l’impegno di leggere tutto fino alla fine, cara Santa Lucia, e fidati che poi mi ringrazierai per quello che ti sto per chiedere. Allora cominciamo, che in questi 18 anni di vita ho maturato un po’ di richieste.

Vorrei prima di tutto che la gente per strada ricominciasse a salutarmi, che non mi guardasse come un terrorista o un animale solo perchè non mangio carne di maiale, ho la pelle leggermente più scura e un po’ di barbetta tipica di noi giovani (come se i bianchi non la portassero). Vorrei che la gente smettesse di osservarmi con gli occhi carichi di sospetto o di odio solo perchè ho un lavoro onesto anche io e loro no. Ma li capisco sai, cara Santa Lucia, ma non ci posso fare niente se io mi accontento di lavorare a poco più di 3 euro all’ora, in nero come il mio colore della pelle.

L’Italia è un paese di belle e brave persone, ne sono convinto. Quindi vorrei anche che quel mio amico bianco che è via da tanto tempo torni a casa. Lui non mi vuole mai dire cosa sta facendo, solo delle volte mi scrive delle lettere tutte sporche di terra dove dice di aver nostalgia di casa. Ieri mi ha detto che sta facendo un lavoro che serve al nostro paese, però neanche lui capisce perchè è ancora li. Mi dice che sta portando la pace con la guerra, io non sono molto intelligente e non ho capito cosa volesse dire.

Carissima Santa Lucia, ho un amico carissimo che si chiama Domenico. Un giorno mi ha detto che non potevo andare a casa sua a cenare perchè i suoi genitori non avevano più i soldi per pagare il riscaldamento, e avevano paura di fare brutta figura con me. Vorrei che la famiglia del mio amico Domenico ricominciasse ad avere il riscaldamento, non è bello girare per casa con il giubbotto solo perchè una persona ha perso il lavoro. Dopotutto sono sempre amici, uomini, persone, quindi spero per loro che la situazione si sistemi. Mi auguro che soprattutto questo desiderio venga realizzato.

Carissima Santa Lucia, sono affascinato da tutte quelle persone che vanno in giro con il cappotto lungo e nero, la giacca e una bella cravatta tutta colorata. Non ho ancora capito che lavoro fanno, ma girano sempre con aria indaffarata e lunghissime auto tutte nere, anche i finestrini. Sono tutti circondati da tantissima gente, non ho ancora capito di cosa parlino quando sono in compagnia perchè il tipo vestito elegante ha sempre il cellulare all’orecchio. Mi dicevano che quello li una volta era uno come me, adesso si mette la camicia e la cravatta. Cara Santa Lucia, vorrei che queste persone mi salutassero e si ricordassero di essere come me, come noi con l’unica differenza che hanno un bel vestito e lavorano con tanti documenti per il bene dell’Italia.

Scusami Santa Lucia se questa letterina la riceverai un po’ in ritardo, caso mai dalla a Babbo Natale. Purtroppo ho avuto tantissimo da studiare in questi giorni. Mi dicono che devo studiare per costruirmi in futuro, a volte mi chiedo se sia vero.

Con affetto, un tuo carissimo ammiratore

Ps: Chiedo anche a Santa Lucia che tutti coloro che si sono sentiti presi in causa mi perdonino.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su