370 000 di fine mandato per un buon Natale a San Vittore Reviewed by Momizat on . Trecentottantamila euro sono "gli spiccioli" che la Regione Lombardia, e quindi i lombardi, dovranno pagare come liquidazione al vicepresidente del consiglio re Trecentottantamila euro sono "gli spiccioli" che la Regione Lombardia, e quindi i lombardi, dovranno pagare come liquidazione al vicepresidente del consiglio re Rating:
Home » Cronaca » 370 000 di fine mandato per un buon Natale a San Vittore

370 000 di fine mandato per un buon Natale a San Vittore

Trecentottantamila euro sono “gli spiccioli” che la Regione Lombardia, e quindi i lombardi, dovranno pagare come liquidazione al vicepresidente del consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani. Indagato ed arrestato con l’accusa di corruzione, coinvolto nella vicenda delle presunte tangenti da parte del gruppo imprenditoriale del bergamasco Pierluca Locatelli , sedeva da ben 15 lunghi anni al Pirellone. La beffa diventa ancora più pesante ed amara, poichè oltre alla liquidazione, Nicoli Cristiani riceverà dalla Regione anche il vitalizio. Passerà un natale di certo non tanto malvagio nella sua cella di San Vittore. 370.000 euro , nel gergo del Pirellone si dice “trattamento di fine mandato”, non sono altro che la liquidazione.
Arrestato il 30 novembre scorso per una tangente da 100 mila euro, riceverà il super bonifico entro sessanta giorni, insieme con un vitalizio (ha 68 anni e 4 legislature alle spalle) da quasi 5 mila euro al mese. Tfr e «pensione» dell’ex vicepresidente dell’aula sono finiti in tutta fretta nel bilancio del consiglio regionale approvato martedì. «A meno che – spiegano i funzionari del Pirellone – la giunta non decida di costituirsi parte lesa al processo». In quel caso, i pagamenti sarebbero sospesi. «Congelati» in attesa di giudizio. “Noi ci siamo limitati a dar corso alla pratica, sollecitati dalla segreteria di Nicoli” commenta il presidente dell’aula, Davide Boni (Lega). La lettera di dimissioni era arrivata sul tavolo della presidenza una settimana fa. Martedì il Consiglio regionale ha sostituito il consigliere dimissionario con Vanni Ligasacchi, pidiellino bresciano di area ex An.

Fonte: I segreti della casta di montecitorio

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su