“I come from Italy” Reviewed by Momizat on . La bandiera di una nazione è il simbolo dell’unità di un popolo, un'identificazione concreta del “sentimento” nazionale. Il tricolore è l’emblema dei vizi e del La bandiera di una nazione è il simbolo dell’unità di un popolo, un'identificazione concreta del “sentimento” nazionale. Il tricolore è l’emblema dei vizi e del Rating:
Home » Cronaca » “I come from Italy”

“I come from Italy”

La bandiera di una nazione è il simbolo dell’unità di un popolo, un’identificazione concreta del “sentimento” nazionale. Il tricolore è l’emblema dei vizi e delle virtù degli italiani. Il verde rappresenta la speranza che unisce gli italiani, identificandoli in uno spirito comune. La speranza ci ha permesso di ricostruire un Paese distrutto da
una feroce dittatura, di resistere uniti agli anni di piombo e alle crisi finanziare come il crac della Parmalat che ha colpito migliaia di piccoli investitori e alle perenni difficoltà economiche della Fiat, principale fabbrica automobilistica del nostro territorio. Gli italiani sperano sempre in qualcosa, nel famoso “sei” della lotteria, anche se probabilmente sarà impossibile da realizzarsi; trovano sostegno nella speranza. Il verde è anche il colore di persone che vogliono un’Italia divisa nord contro sud, industriali e pezzenti. Non si sentono italiani e cercano di dividere il popolo. Poi c’è il bianco, il colore della mozzarella. La tavola e l’ospitalità diventano
un collante sociale. Siamo buoni, casinisti e generosi! Lo dimostriamo offrendo ospitalità a chi ha meno di noi, come dimostrano i recenti fatti di Lampedusa. E a parte i “verdi”, forse di invidia, gli italiani si sentono un popolo quando
devono fare del bene, dimostrare solidarietà, offrire una buona pizza al pomodoro, mozzarella e basilico. Ma il bianco è anche il colore delle cartacce buttate per terra a due passi dal cestino, dell’invisibile:  “Non sono stato io”, “Non ho visto nulla”, “Non c’ero”. È il colore della scheda bianca, lasciata così non per scelta politica ma per voluta e pigra disinformazione. Ed infine il rosso, il simbolo della passione che accomuna gli italiani durante le Olimpiadi, i mondiali di calcio, i festeggiamenti per gli oscar del film “La vita è bella”; perché tra italiani c’è la passione di auto dichiararsi italiani, di andare all’estero e dire “I come from Italy”. Ed è proprio l’ultima parola a riempirci di orgoglio: Italia, il nostro massimo comune divisore. Il sangue, però, ha proprio il colore rosso. I nostri antichi e
gloriosi patrioti ne hanno versato tanto per riunificare questo Paese, ma noi ce ne dimentichiamo, pensiamo a noi stessi, lasciamo la scheda bianca perché non ci informiamo, ascoltiamo e diamo ragione ai “verdi”, mangiamo mozzarella, buttiamo le carte per terra, non vediamo, ci dimentichiamo del sangue versato per la nostra unificazione. E il simbolo più concreto della nostra unità nazionale, quel tricolore tanto agognato e sofferto diventa così un severo monito ed un malinconico esempio dei tanti vizi e delle poche virtù di un popolo, che di popolo, troppo spesso ha solo il nome e il buon cuore.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.0/5 (2 votes cast)

“I come from Italy”, 3.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su