L’Italia è morta Reviewed by Momizat on . L’Italia è morta, per colpa nostra. E quando dico “nostra” intendo “mass-media”. L’Italia è un po’ biblica nei propri atteggiamenti, un po’ fumettistica nelle p L’Italia è morta, per colpa nostra. E quando dico “nostra” intendo “mass-media”. L’Italia è un po’ biblica nei propri atteggiamenti, un po’ fumettistica nelle p Rating:
Home » Cronaca » L’Italia è morta

L’Italia è morta

L’Italia è morta, per colpa nostra. E quando dico “nostra” intendo “mass-media”.
L’Italia è un po’ biblica nei propri atteggiamenti, un po’ fumettistica nelle proprie parole. Ed è così infatti che mentre migliaia di indignati sfilavano pacificamente per le vie di Roma,  i media “non li filavano neanche di striscio” per dare invece risalto ad uno sparuto gruppo di rozzi ed ignoranti violenti.
Si è vista la pagliuzza, e non la trave.
E poi si sa, alla maggior parte della gente rimasta a casa per scelta (escludiamo quindi gli impossibilitati ad andare a Roma), interessava più vedere la violenza e le risse da strada che un corteo composto, educato e civile.
Nell’articolo di ieri vi chiedevo se vi vergognate di essere italiani. Molti non hanno chiesto “perché dovremmo vergognarci di essere tali?”
Per me ci sono tanti motivi.
Il nostro Premier è forse il più grande ed emblematico motivo. Come potrei non vergognarmi di essere italiano quando all’estero mi additano come “bunga bunga” o “ escort”? Ccome potrei non vergognarmi quando sono conosciuto come un “italiano fesso” a causa del proprio governo?
Mi vergogno di essere italiano perché un politico americano si è dimesso dopo essersi fotografato a torso nudo in chat e qui, nel Bel Paese, non ci dimette mai, neanche quando la vergogna è ben superiore alla propria ricchezza e al proprio potere personale.
L’economia del nostro Paese è un altro elemento di vergogna. È vero che l’economia mondiale è in crisi, ma noi, a differenza di altri stati, cerchiamo di risolvere i nostri problemi attraverso condoni o altre manovre poco chiare. Il governo aiuta così evasori, mafiosi, imbroglioni.
L’Italia è morta perché la violenza nelle strade di Roma ha portato più ascolti televisivi di migliaia di storie vere che cercano di migliorare l’Italia per non farla colare a picco.
Gli italiani però non sono morti, anche se sono stanchi e scoraggiati.
Ancora una fiducia, ancora una falsa speranza, ancora lo stesso governo.
Questa volta ci siamo fatti sentire, ma sembra non sia valso a nulla, anche perché quello sparuto gruppo di rozzi ed ignoranti violenti sembravano un po’ sospetti, pilotati, organizzati da qualcuno.
Io non so dire da chi, e non è altro che un’idea balzana che a me, come a molti altri, è nata nella testolina. Ma si sa, che gli italiani hanno idee balzane e bisogna prenderle per quello che sono. Il dubbio però resta: chi erano davvero quei tipi?
Non lo sappiamo e non lo sapremo mai… ma chissà, forse le idee balzane hanno spesso -ed uno spesso- fondo di verità…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su