Nuova Zelanda: si teme affondamento del cargo incagliato Reviewed by Momizat on . La Rena, il portacontainer di un armatore greco battente bandiera liberiana che si è incagliato la scorsa settimana su una barriera corallina nella Bay of Plent La Rena, il portacontainer di un armatore greco battente bandiera liberiana che si è incagliato la scorsa settimana su una barriera corallina nella Bay of Plent Rating:
Home » Cronaca » Nuova Zelanda: si teme affondamento del cargo incagliato

Nuova Zelanda: si teme affondamento del cargo incagliato

La Rena, il portacontainer di un armatore greco battente bandiera liberiana che si è incagliato la scorsa settimana su una barriera corallina nella Bay of Plenty in Nuova Zelanda, rischia di affondare provocando una catastrofe ambientale irrimediabile. La nave si è inclinata ulteriormente: 18 fradi contro i 12 di poco tempo fa. Lo scafo è solcato da profonde crepe che possono portare alla frattura in due della nave, dai cui serbatoi sono già fuoriuscite almeno 300 tonnellate di petrolio che hanno contaminato le spiagge. I 1.368 container trasportati si sono spostati e una settantina sono caduti in mare.

Il capitano filippino della Rena, di 47.230 tonnellate di stazza, è stato arrestato ed è comparso davanti a un tribunale di Tauranga. Il 44enne è stato incriminato per «aver gestito la nave in modo da provocare pericolo o rischio non necessario» e rischia una multa di 10 mila dollari neozelandesi (circa 5.700 euro) o un anno di carcere. L’uomo è stato rinviato a giudizio e liberato su cauzione. «Abbiamo identificato fratture da stress nello scafo quindi non possiamo escludere il rischio che la nave si spacchi e affondi, riversando in mare altre 1.300 tonnellate di petrolio», ha detto il premier John Key durante una visita nella zona. Onde di 5 metri e forte vento hanno investito la Rena per due giorni. Centinaia di militari e di volontari sono impegnati nelle operazioni di pulizia sulle spiagge. Il portavoce di Maritime New Zealand, Steve Jones, ha avvertito che ulteriore petrolio raggiugerà le spiagge della zona. «Undici contenitori che contengono sostanze pericolose sono sempre sulla nave e non compaiono tra i circa 70 che sono caduti», ha aggiunto.

Fonte: Corriere della sera, La Repubblica

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su