Pancreas commerce Reviewed by Momizat on . L’offerta è allettante, ci sono un po’ di soldini faticosamente risparmiati. La passione per la fotografia è grande…combinando allora l’ottima offerta con il pi L’offerta è allettante, ci sono un po’ di soldini faticosamente risparmiati. La passione per la fotografia è grande…combinando allora l’ottima offerta con il pi Rating:
Home » Cronaca » Pancreas commerce

Pancreas commerce

L’offerta è allettante, ci sono un po’ di soldini faticosamente risparmiati. La passione per la fotografia è grande…combinando allora l’ottima offerta con il piccolo gruzzolo messo da parte decidiamo di acquistare via internet la macchina fotografica, l’obiettivo o altri oggetti tecnologici che sogniamo da tempo.
L’offerta però è solo su internet. Il sito sembra serio. Si compra.
Paghi in anticipo, c’è scritto che arriverà tutto in 15 giorni lavorativi.
I giorni passano ma la roba acquistata non arriva, ti preoccupi e chiami la ditta.
Le scuse sono diverse (e tutte documentate): un terremoto che ha colpito i fornitori, pacco perduto, pacco fermo in dogana, fornitori disonesti, fornitori in ferie eccetera…
Fatto sta che i mesi passano e c’è gente che dopo 4 mesi non ha visto né materiale ordinato né soldi. Chi ha chiesto il rimborso, per vie legali, solo in rarissimi e sporadici casi si è visto restituire il “gruzzolo sganciato”.
Un’azione collettiva con relativa denuncia alla procura di Torino è stata intrapresa dall’Adoc, associazione consumatori di Torino, altri singoli cittadini si sono rivolti  alla polizia postale o agli avvocati.
La situazione pare però essere in stallo ed è per questo che la gente si è attivata cercando di far conoscere ai media la propria storia. Striscia la notizia, le iene, mi manda rai tre sono state informate nella speranza che la storia venga conosciuta e che giustizia venga fatta.
Il sito www.pancreascommerce.it è stato attivo fino all’altro ieri, finché non è uscito un articolo sulla Repubblica.
Sul sito ora infatti si legge che “La Pancreas SRL comunica a tutti i clienti che ci sarà, a partire da oggi (10/10/11 ndr), un blocco temporaneo degli ordini sino al giorno in cui provvederemo agli storni.”
La ditta ovviamente non risponde quasi mai a telefono, e quando questo avviene c’è poca trasparenza e le risposte sono allusive. Questo fatto è ancorapoco conosciuto  ed io stesso ho potuto leggere molte cose grazie a conoscenti che hanno avuto la sfortuna di incappare in questa “sorte”.
C’è anche una pagina facebook con circa una 90ina di iscritti,ma ce n’era un’altra (Pancreas Commerce – Servizio consumatori con testicoli consumati) che sono riusciti a far chiudere che contava quasi 6000 iscritti!
Ho chiesto a questo mio amico di che cifre si parla e mi ha detto che parlando di articoli fotografici si può spendere dai 500 ai 15 000 euro in solo botto! Moltiplicando queste cifre per migliaia di persone che hanno pagato senza ricevere un prodotto, si capisce come il guadagno della società siano molto ingenti.
La società ha dato la pratica per pianificare dei rimborsi in mano a degli studi legali (2 studi, lo studio Calabrò e poi lo studio Salonia). Entrambi
però dopo un po’ hanno abbandonato il mandato perché non riuscivano a trovare accordi con la ditta. Lo studio Salonia (che ha abbandonato la cosa non più di 2 settimane fa) parlava di circa 500 clienti che lo avevano contattato.
Il titolare della ditta, Riccardo Mazzone, è anche un regista che ha da poco prodotto un film, con la pancreas film, sempre di sua proprietà e legata alla pancreas commerce da quanto ho appreso. Questo film, intitolato “I tredici”, ha ovviamente avuto degli attori che però sembra non siano ancora stati pagati.
Purtroppo questi tipi di “inconvenienti” continuano a diffondersi perché le cose passano sotto silenzio e piccoli risparmiatori rischiano di perdere i proprio soldi, non per la loro sbadataggine, ma perché non vengono prontamente informati. La poca informazione è la forza più grande di determinate persone!
Noi speriamo con tutto il cuore che queste persone riescano a recuperare i loro soldi oppure che ricevano finalmente i prodotti acquistati.
Sono cittadini come noi, hanno il diritto di far sentire la propria voce!
Informiamoci e diffondiamo la voce!!!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (12 votes cast)

Pancreas commerce, 5.0 out of 5 based on 12 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su