Suona la campanella per gli studenti italiani! Reviewed by Momizat on . La campanella suona: zaino in spalla, qualche lacrima per i più piccoli ed i maturandi e i cancelli si aprono! Inizia tra mille incertezze, speranze e rassegnaz La campanella suona: zaino in spalla, qualche lacrima per i più piccoli ed i maturandi e i cancelli si aprono! Inizia tra mille incertezze, speranze e rassegnaz Rating:
Home » Cronaca » Suona la campanella per gli studenti italiani!

Suona la campanella per gli studenti italiani!

La campanella suona: zaino in spalla, qualche lacrima per i più piccoli ed i maturandi e i cancelli si aprono! Inizia tra mille incertezze, speranze e rassegnazione il nuovo anno scolastico 2011/2012.

Banchi di scuola

Banchi di scuola

Gli studenti di Lazio, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Marche, Molise, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto e delle province autonome di Trento e Bolzano inizieranno il 12 Settembre 2011.  Toscana e Campania inizieranno il 14 Settembre 2011. In Sardegna, Puglia e Sicilia le attività cominceranno il 15 Settembre mentre  In Abruzzo, Basilicata ed Emilia Romagna si tornerà sui banchi di scuola il 19 Settembre 2011.

 Le incognite sono tante e i broker già scommettono sulla data della prossima riforma varata a doc per distruggere quel poco di buono che la scuola pubblica conserva. Sembra infatti strano ma le precedenti riforme non sono ancora riuscite a far diventare la scuola italiana la peggiore d’Europa. Sarà perché esistono ancora  insegnanti – sempre più rari – che amano il proprio lavoro e ragazzi – anche questi scarseggiano sempre più – che amano la cultura in quanto strumento democraticizzante e anti-soprusi.

È ormai una sfida andare a scuola, perché i tagli sono sempre più pesanti e molti istituti si trovano in difficoltà economiche. I corsi extra-curriculari vengono così tagliati oppure restano aperti ma con tassa d’iscrizione (non sempre agevole) a carico delle famiglie. La nostra unica ma vana speranza vedendo “l’andazzo” culturale che il “palazzo” ha deciso di intraprendere, è un moto d’orgoglio dei politici e degli italiani tutti nei 150° d’unità d’Italia, affinché capiscano, e quindi investano, nell’unica cosa che forse si può davvero festeggiare in questa ricorrenza: l’arte e la cultura, che hanno sempre accompagnato questo Paese sopravvivendo a riforme e controriforme.

Per gli studenti italiani è iniziata l’ennesima sfida che si chiuderà solo il 9 giugno 2012 per Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, Trentino, Veneto, Lombardia, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Puglia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto e Sardegna. In Sicilia avranno fino al 12 Giugno 2012 per cercar di uscire vincitori da questa lotta, i Piemontesi fino al 13 giugno. Gli ultimi baluardi saranno costituiti dall’Alto Adige e la Basilicata, dove i cancelli si chiuderanno solo il 16 Giugno .

Bisogna crederci e lavorare fino in fondo. E mi consenta di dirle signor Berlusconi che al contrario di quanto lei ha più volte affermato la scuola pubblica è sempre stata educativa per gli alunni finché qualcuno non ha cercato di distruggerla con assurde riforme.

Ma questo non avverrà mai. O almeno non del tutto.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)

Suona la campanella per gli studenti italiani!, 4.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su