Radiohead, Ok Computer (1997). Disco del decennio. Reviewed by Momizat on .   Ondarock lo classifica come una “pietra miliare”. Diversi critici, soprattutto all'estero, lo hanno indicato come miglior disco del decennio. Parliamo di   Ondarock lo classifica come una “pietra miliare”. Diversi critici, soprattutto all'estero, lo hanno indicato come miglior disco del decennio. Parliamo di Rating:
Home » Cultura » Radiohead, Ok Computer (1997). Disco del decennio.

Radiohead, Ok Computer (1997). Disco del decennio.

 

Ondarock lo classifica come una “pietra miliare”. Diversi critici, soprattutto all’estero, lo hanno indicato come miglior disco del decennio. Parliamo di Ok Computer dei Radiohead, uscito nel 1997 e da molti indicato come l’apice della produzione musicale rock pop anni ’90. I Radiohead erano stati riconosciuti fino a quel momento come “la band di Creep”, singolo dall’enorme valore generazionale, inno dei nerd innamorati ma anche dei romantici non corrisposti (“tu sei così speciale, c…o quanto vorrei essere speciale”): una canzone che da sola riusciva a sorreggere il pur apprezzabile Pablo Honey, album di debutto del 1992. Dopo l’esordio scoppiettante, nel 1995 i Radiohead propongono un disco (indicato da Mattew Bellamy dei Muse come il suo preferito) The Bends, molto più raffinato del precedente, più coeso e, in generale, più bello. I Radiohead vengono però etichettati come band brit pop, in tono quasi spregiativo, quasi fossero un’alternativa intellettuale e altezzosa a Blur e Oasis, all’epoca considerati le maggiori band pop rock d’Inghilterra. Era il momento giusto per sconvolgere tutti e solo due anni dopo Thom Yorke e soci ci riescono con Ok Computer (1997), spingendosi oltre le più rosee aspettative del pubblico. Ok Computer è a tutti gli effetti un capolavoro, un disco simbolo della decadenza artistica e culturale della civiltà occidentale, il disco che li consacra, a detta dei critici musicali, come miglior band a livello mondiale. Paranoid Android è una canzone istrionica e schizofrenica che si articola in tre differenti momenti, tutti di qualità suprema; Fitter Happier critica l’utopia di perfezione dell’uomo moderno, con una voce robotica che scandisce consigli per una vita sana e produttiva; Karma Police è il singolo che inizia a girare a ripetizione nelle radio di tutto il mondo e li proietta oltre l’etichetta di band brit pop. Orecchiabile, ma anche straniante, così come il singolo successivo, No Surprises, conferma l’attitudine malinconica e dissonante del quintetto di Oxford che fa da leit motiv all’intero album, senza mai allontanarsi da livelli di assoluta eccellenza. I Radiohead sono da quel momento in poi una band che fa categoria a sé, con un genere musicale che ruota intorno al rock pop ma è in continua evoluzione. Tutti i dischi successivi, a cominciare dalla disorientante svolta elettronica del 2000 con Kid A, confermeranno l’enorme talento compositivo di Thom Yorke e l’assoluta qualità di una delle migliori realtà musicali del mondo. Voto 10/10.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Radiohead, Ok Computer (1997). Disco del decennio., 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su