Capodanno 2012 tra botti e fuochi d’artificio Reviewed by Momizat on . Arriva un nuovo anno per tutti noi e crediamo fermamente di dargli il benvenuto nel miglior modo possibile. Vestito elegante, feste esilaranti e piene di sorpre Arriva un nuovo anno per tutti noi e crediamo fermamente di dargli il benvenuto nel miglior modo possibile. Vestito elegante, feste esilaranti e piene di sorpre Rating:
Home » Ambiente » Capodanno 2012 tra botti e fuochi d’artificio

Capodanno 2012 tra botti e fuochi d’artificio

Arriva un nuovo anno per tutti noi e crediamo fermamente di dargli il benvenuto nel miglior modo possibile. Vestito elegante, feste esilaranti e piene di sorprese, una lista infinita di regali, tutto programmato secoli prima, perchè deve essere perfetto, proprio come ci auguriamo che sia perfetto l’anno che sta per venire. Libero sfogo al consumismo, non si bada a spese per i grandi dorati festeggiamenti: accecati dal luccichìo del nuovo abito non si notano le situazioni più preoccupanti, che andrebbero seriamente prese in considerazione.Se con le feste di natale il nostro pianeta aveva sopportato a fatica le migliaia di rifiuti non riciclabili, quali carte di imballaggio di regali e grandi dolci, che ogni giorno raggiungevano discariche e inceneritori , possiamo essere sicuri che, con capodanno, l’ambiente ne risentirà addirittura il triplo.

Al di là dello spreco delle grandi feste, dove scorrono fiumi d’alcol e in cui si producono maree di rifiuti, il pericolo maggiore è dovuto ai classici fuochi d’artificio e ai botti di capodanno.E’ estremamente inaccettabile, ad esempio, una situazione come quella di Rio de Janeiro, in cui avrà luogo ”Reveillon”, il tradizionale spettacolo pirotecnico del primo dell’anno, sulla spiaggia di Copacabana. A partire dalla mezzanotte, le esplosioni, che avranno ruolo di protagonista del capodanno, illumineranno il cielo per sedici minuti, esattamente il tempo in cui possiamo pronunciare l’enorme cifra di denaro impiegata in questa idiozìa.

“In primo luogo ogni anno l’ utilizzo dei botti comporta il conseguente raddoppio del livello di polveri sottili PM10, con rischi per la salute dei cittadini ed in particolare di coloro che soffrono di asma e patologie respiratorie”. E’ quanto dichiara Piergiorgio Benvenuti, responsabile dei Rapporti istituzionali e coordinatore per il Lazio del Movimento Ecologista Europeo Fare Ambiente.Benvenuti continua il discorso affermando che la questione dei botti riguarda anche l’inquinamento acustico in quanto si possono provocare seri danni agli animali causati da infarti, lesioni irreversibili riguardanti l’udito e perdita dell’orientamento.Parlando invece di autentiche tragedie ogni anno aumentano i feriti, spesso conseguenza di botti inesplosi o illegali: come avviene ogni anno,infatti, alla vigilia del capodanno si possono già trovare nelle strade bancarelle irregolari che vendono i botti, solitamente provenienti dalla Cina, che possono creare gravi danni a chi li utilizza e chi si trova nella traiettoria dell’esplosione.

Da circa un mese il Movimento Ecologista Europeo Fare Ambiente ha avviato, come ogni anno, la campagna mediatica “Anche lo spumante fa il botto” invitando tutti a festeggiare brindando alla mezzanotte con il solo botto dello spumante: questo è senza ombra di dubbio un metodo più efficace ed intelligente per dare il benvenuto all’anno che viene.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su