Da Hitler a Gheddafi, i dittatori rovesciati. Reviewed by Momizat on . Tralasciando la storia pre-Novecentesca, ci soffermiamo sui dittatori che eventi bellici hanno rovesciato e destituito, se non addirittura ucciso. Il più famoso Tralasciando la storia pre-Novecentesca, ci soffermiamo sui dittatori che eventi bellici hanno rovesciato e destituito, se non addirittura ucciso. Il più famoso Rating:
Home » Flash » Da Hitler a Gheddafi, i dittatori rovesciati.

Da Hitler a Gheddafi, i dittatori rovesciati.

Tralasciando la storia pre-Novecentesca, ci soffermiamo sui dittatori che eventi bellici hanno rovesciato e destituito, se non addirittura ucciso.

Il più famoso è senza dubbio Adolf Hitler (1889-Berlino, 30 aprile 1945). Accerchiato dalle truppe dell’Armata Rossa, il  Führer si diede la morte nel suo bunker di Berlino per non cadere nelle mani del nemico giurato Jozef Stalin, predisponendo come testamento che il suo corpo venisse bruciato all’esterno del bunker. I soldati russi trovarono i resti e si fu sicuri che non fosse un sosia dopo aver misurato l’arcata dentale. Tuttora a Mosca nell’archivio dei servizi segreti sono conservati parti del cranio e della mandibola. Il resto del corpo, cremato, fu sparso nel fiume Elba per non creare luoghi di culto per i suoi seguaci. Tutto ciò venne alla luce nel 1993 dopo l’apertura degli archivi del disciolto KGB.

Hitler e Mussolini

Poco prima era toccato a Benito Mussolini (1883- 28 aprile 1945). Il duce cercò insieme ai fedelissimi di scappare da Como verso la Svizzera con un convoglio delle contraerea tedesca. Arrivato nei pressi di Dongo la colonna viene fermata dai partigiani. Dopo una trattativa, si stabilì che i tedeschi potessero proseguire, mentre gli italiani dovevano essere arrestati. Tuttavia un partigiano lo riconobbe, sebbene avesse la divisa e l’elmetto da tedesco. Arrestato, venne fucilato, secondo le fonti ufficiali, il giorno successivo a Giulino di Mezzegra insieme all’amante Claretta Petacci.

Francisco Macías Nguema (1924-1979) fu il dittatore della Guinea Equatoriale. Di orientamento marxista, tuttavia lodò pubblicamente Hitler. Sotto il suo governo uccise fra le 50.000 e le 80.000 persone (un sesto della popolazione nazionale) Rovesciato nel 1979 da un colpo di stato, fu condannato a morte. Nessun militare della Guinea Equatoriale volle far parte del plotone d’esecuzione perchè si credeva (e si crede tuttora) che avesse poteri magici. Lo “sporco lavoro” fu fatto da truppe marocchine assoldate per lo scopo.

Idi Amin Dada fu invece il presidente dell’ Uganda dal 1971 al ’79. Rovesciato dall’esercito della Tanzania alla quale lui stesso aveva dichiarato guerra, ebbe probabilmente sulla coscienza 500.000 vittime. Morì in Arabia Saudita nel 2003. Governante particolarmente eccentrico, si autoconferì il titolo di “Signore di Tutte le Bestie della Terra e dei Pesci del Mare e Conquistatore dell’Impero britannico, in Africa in Generale e in Uganda in Particolare”. nel 1972, dopo aver lodato lo sterminio di ebrei nazista, dichiarò alla radio:Allah in persona m’è apparso venerdì nel cuore della notte, in sogno, e m’ha ordinato di cacciare dalla nostra terra tutti gli asiatici”. Per di più si presentò a Londra con un grande carico di banane al cospetto della Regina Elisabetta II, riferendole che servivano a “sfamare il popolo inglese” e vantandosi che aveva il potere di controllare i coccodrilli col pensiero.

Idi Amin Dada

Ceausescu

Peggio andò al rumeno filosovietico Nicolae Ceaușescu, al potere fra il 1967 e il 1989. Fu deposto il 24 dicembre 1989 e fucilato insieme alla moglie il giorno successivo dopo un processo sommario con le accuse di crimini contro lo stato, genocidio e “distruzione dell’economia nazionale”. Il plotone d’esecuzione non ebbe pietà, sparando in totale un centinaio di colpi di mitra, risparmiando il volto dell’ex presidente per poterlo lasciare riconoscibile.

Il dittatore etiope marxista Menghistu (1937- in vita) fu invece rovesciato nel 1991 da una guerriglia scatenata dalla carestia del 1984-85 che portò alla morte otto milioni di persone. Dopo la deposizione fuggì nello Zimbabwe, dove tuttora risiede. Nel 2008 fu condannato a morte per genocidio: si calcola che fece uccidere mezzo milione di persone, fra cui studenti e intellettuali.

Per ultimo toccò a Saddam Hussein, presidente iraqeno dal 1979 al 2003, quando gli Stati Uniti invasero il paese. Catturato il 14 dicembre 2003 a Tikrit, venne condannato a morte per crimini contro l’umanità e fu impiccato il 30 dicembre 2006.

Oggi è stata la volta di Mu’ammar Gheddafi, al potere dal 1 settembre 1969.

Il cadavere di Gheddafi

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/5 (2 votes cast)

Da Hitler a Gheddafi, i dittatori rovesciati., 1.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su