Addio Steve Jobs Reviewed by Momizat on . Ci ha lasciato il grande visionario che ha rivoluzionato il mondo dei computer e della tecnologia. E' morto questa notte Steve Jobs, il creativo, un genio che p Ci ha lasciato il grande visionario che ha rivoluzionato il mondo dei computer e della tecnologia. E' morto questa notte Steve Jobs, il creativo, un genio che p Rating:
Home » Scienze&Tecnologie » Addio Steve Jobs

Addio Steve Jobs

Ci ha lasciato il grande visionario che ha rivoluzionato il mondo dei computer e della tecnologia.

E’ morto questa notte Steve Jobs, il creativo, un genio che partendo da un garage, con il suo amico Steve Wozniak, ha fondato la Apple Computer nel 1976  con l’intento di produrre computer funzionali e accessibili a tutti, cercando sempre innovazioni hardware e software rispetto alla concorrenza del tempo. Oggi Apple è una multinazionale conosciuta in tutto il Mondo e quotata in borsa. Ha prodotto l’Ipod che è il più venduto e conosciuto lettore multimediale di sempre. Ha introdotto delle vere e proprie “mode” e molti nuovi prodotti tecnologici innovativi.

Dietro tutto questo c’era la mente di Steve Jobs.

Steve Jobs, nella sua vita travagliata, dopo essere stato allontanato da Apple proprio quando l’azienda stava registrando i primi successi, ha fondato la NeXT computer  un’altra società di computer. Le tecnologie di questa azienda sono state adottate da Apple al suo ritorno nel 1996 e non ultima la Pixar, prima società di animazione digitale 3D al Mondo, producendo il primo lungometraggio Toy Story.

Ci ha lasciato a soli 56 anni. Il genio. Il creativo. L’innovatore. Il grande Steve Jobs. Stroncato da un raro tumore al pancreas.

Tutto il Mondo digitale è in lutto.
Steven Spielberg: “Steve è stato il più grande inventore dopo Thomas Edison. Ha messo il Mondo a portata di mano.”
Bill Gates: “Steve ed io ci siamo conosciuti trent’anni fa e siamo stati colleghi, concorrenti e amici nel corso di più di metà della nostra vita. Il Mondo vede raramente delle persone che hanno avuto un impatto così grande come quello che ha avuto Steve, e i suoi effetti si faranno sentire per molte generazioni a venire. Per quelli come noi, che abbiamo avuto la fortuna di lavorare con lui ,è stato un grande folle onore. Mi mancherà immensamente”
Steve Wozniak: “La gente delle volte si pone degli obiettivi nella vita. Steve ha superato tutti gli obiettivi che si è posto.”

“Siate affamati, siate folli!”

httpv://www.youtube.com/watch?v=oObxNDYyZPs

http://www.apple.com/it/

RIP Steve

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.3/5 (3 votes cast)

Addio Steve Jobs, 3.3 out of 5 based on 3 ratings

Commenti (6)

  • Francesco

    Magari rileggerli gli articoli? Ci sono frasi sconnesse, refusi, punteggiatura assente.

    “[…]cercando sempre delle innovazioni hardware[…]”
    Questo estratto si colloca in una frase a mio parere fin troppo lunga, ma è un fatto di gusto, dopotutto… però quel “delle” è orribile, è una ridondanza che banalizza incredibilmente la frase!

    “Oggi Apple è una multinazionale conosciuta in tutto il Mondo quotata in borsa.”

    Una congiunzione? Una virgola? No, eh?

    “Ha introdotto delle vere e proprie “mode” e molti nuovi prodotti tecnologici innovativi.”

    Ridondanza, come sopra, ma a parte questo… Ovvero? Siete un blog d’informazione. Prima mi parli dell’iPod (di cui esistono o sono esistiti 4 modelli in svariate generazioni… a quale ti riferisci?) e poi riassumi in questo modo, senza neanche portare un esempio. Se lo lasci quel pezzo così, banalizzi il concetto e mi permetti di pensare che parli più per sentito dire, o facendo grandi generalizzazioni, che per reale conoscenza.

    “Steve Jobs, nella sua vita travagliata, quando fu allontanato da Apple proprio quando l’azienda stava registrando i primi successi, ha fondato la NeXT computer un’altra società di computer le quali tecnologie sono state adottate da Apple al suo ritorno nel 1996 e non ultima la Pixar, prima società di animazione digitale 3D al Mondo, producendo il primo lungometraggio Toy Story.”

    Analizzare questa frase è come sparare sulla croce rossa. Ripetizione iniziale di “quando”, nello stesso inciso tra l’altro… Dopo NeXT Computer magari ci voleva una virgola… “le quali tecnologie” non si può sentire, poiché non solo l’utilizzo è alquanto improprio, ma è anche cacofonico.

    “[…] adottate da Apple al suo ritorno nel 1996 e non ultima la Pixar, prima società di animazione digitale 3D al Mondo, producendo il primo lungometraggio Toy Story.”

    E qui mi chiedo chi rilegge (se rilegge) gli articoli in questo sito. Cosa vuol dire? Che le tecnologie di Apple sono state applicate alla Pixar? Che Jobs ha fondato la Pixar? L’errore dove si trova? Doveva esserci “dalla Pixar”, per caso? Così si capisce il senso, ma la frase è agghiacciante lo stesso.

    “Steve ed io […]”

    Ma come? ‘e’ eufonica assente per tutto l’articolo eppure compare qui? Hai forse copiato ed incollato la citazione da un’altra fonte? E allora sarebbe giusto citarla… e se invece hai tradotto le parole scaturite da un’intervista personale con mister Gates (potenti i mezzi di questo sito) direi che c’è un problema di stile, no?

    “[…] ha avuto Steve, e i soui effetti si faranno sentira per molte generazioni a venire.”

    Virgola prima della congiunzione, ma tanto ormai… refusi di battitura “soui” e “sentira”. Come dicevo: rileggere?

    “Per quelli come noi che abbiamo avuto la fortuna di lavorare con lui è stato un grande folle onore.”

    Virgole per l’inciso. Spero non ci sia bisogno di far notare dove…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    Rispondi
    • Ruben Mattia Santorsa

      Grazie Francesco! Il tuo commento è molto utile in quanto ci permette di migliorare i nostri articoli! Mi dispiace vedere però come l’astio nei nostri confronti di ex collaboratori (per loro scelta) si espanda anche verso gli amici… La prego la prossima volta di usare toni meno aggressivi! Ci sentiamo alla sua prossima correzione

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      Rispondi
      • Francesco

        Addirittura ci diamo del ‘lei’? Mi adeguo, allora. ^^

        Per prima cosa, mi scuso se il tono è risultato aggressivo. Io dico solo ciò che penso e ciò che penso diviene ironia laddove non v’è dubbio sull’inesattezza di un fatto. Se questo atteggiamento le è risultato aggressivo, Mattia, mi dispiace. è il mio modo di fare.

        Rispetto al collegamento che lei fa riguardo ad un mio astio prevenuto nei confronti del Ritaglio scaturito dalla mia amicizia con Michele, mi lasci assicurare che non vi è alcun collegamento tra le due cose. Michele è colpevole solo della mia curiosità rispetto al progetto.

        Io sono una persona generalmente impegnata, che ha poco tempo per fare molte cose. Ecco che così queste cose si accumulano. Leggere l’ambito tecnologico del Ritaglio, essendo io un appassionato di tecnologia, era ciò che mi ero ripromesso di fare qualche tempo fa. Stamattina ne avevo tempo e voglia.

        Ciò che trovo è un articolo dedicato a Steve Jobs che non è approssimativo solo nei contenuti, ma anche nella forma. Gli errori spaziano da inesattezze meno importanti e comunque fastidiose come i refusi a frasi il cui senso logico è difficile da carpire. Quest’ultimo caso io l’ho trovato alquanto imbarazzante.

        Questo è quanto. La prego di non pensare che una qualsiasi parola o frase da me scritta sia dettata od istigata da altra mano e mente. I miei pensieri, così come le mie decisioni, mi appartengono.

        VA:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
        Rispondi
        • Ruben Mattia Santorsa

          Si, per buona educazione sono abituato a dare del lei alle persone che non conosco, anche se si tratta di miei coetanei come nel suo caso:)
          Per l’articolo ha ragione, ed infatti abbiamo corretto ciò che era possibile correggere! Come ben lei saprà, essendosi informato dal Michele, siamo un piccolo blog e abbiamo appena un mese di vita, quindi ci sono ancora vari difetti che stiamo cercando di correggere! Le persone come lei che ci consigliano ci fanno davvero piacere, chiediamo solo di non usare toni aggressivi, o almeno che sembrano tali in quanto si scrive su uno “schermo” di computer, che purtroppo non riesce a trasmettere la giusta intonazione che lei voleva dare :)
          Sicuramente dopo le correzioni ,e negli altri articoli, troverà meno errori e potrà carpire in maniera più semplice i contenuti, e tutto l’imbarazzo scomparirà!
          In quanto ai suoi pensieri e alle sue decisioni sono fortemente convinto che le appartengano, volevo solo specificare… Purtroppo le ripeto che tramite computer è molto facile confondere il vero senso delle parole e delle azioni :) La ringrazio ancora per il suo intervento :) Quando vuole ci legga e commenti e critichi pure in maniera costruttiva come ha fatto prima :) Se anche il mio commento contiene eventuali errori mi faccia sapere, ho ancora tanto da imparare, e tutto lo staff cerca di colmare i propri difetti attraverso il lavoro e l’entusiasmo.A presto :)

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
          Rispondi
  • Francesco

    Leggerò altri articoli di questa sezione del blog. Se dovessero essere tutti come questo risulteranno un’ottima palestra di editing. A rileggervi! (magari meglio di quanto non facciate voi stessi)

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    Rispondi

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su