4 novembre 1918: l’Italia vince la guerra. Reviewed by Momizat on . 4 novembre 1918, ore 12. Alla radio, il Comando Supremo del Regio Esercito annuncia trionfante: La guerra contro l'Austria-Ungheria che [...] iniziò il 24 maggi 4 novembre 1918, ore 12. Alla radio, il Comando Supremo del Regio Esercito annuncia trionfante: La guerra contro l'Austria-Ungheria che [...] iniziò il 24 maggi Rating:
Home » Storia » 4 novembre 1918: l’Italia vince la guerra.

4 novembre 1918: l’Italia vince la guerra.

4 novembre 1918, ore 12. Alla radio, il Comando Supremo del Regio Esercito annuncia trionfante:

La guerra contro l’Austria-Ungheria che […] iniziò il 24 maggio 1915 […] è vinta.

La gigantesca battaglia ingaggiata il 24 dello scorso ottobre ed alla quale prendevano parte 51 divisioni italiane, 3 britanniche, 2 francesi, 1 cecoslovacca ed un reggimento americano, contro 73 divisioni austroungariche, è finita.

In Italia la guerra era finita. Ma cosa era successo esattamente? E qual è la “gigantesca battaglia ingaggiata il 24 ottobre”?

Il bollettino della vittoria esposto in un municipio

Dopo aver dichiarato guerra all’Impero di Austria e Ungheria (per ragioni su cui non ci soffermeremo) nel 1915, l’Italia dovette fare i conti con una guerra lunga, logorante, sanguinosissima. 600 mila saranno i giovani italiani caduti. Praticamente un’intera generazione di giovani è decimata, senza

contare i sopravvissuti con lesioni, mutilazioni o che subirono gravi traumi psicologici (i cosiddetti”scemi di guerra”). Normale dare enfasi alla vittoria, se non altro per giustificare a un’intera nazione il sacrificio di così tanti compatrioti e le difficoltà affrontate dall’intera popolazione negli ultimi anni. Nasce così il mito dei caduti: cimiteri di guerra e monumenti in ogni comune italiano che ricordano i nomi dei caduti, un concetto di memoria collettiva che nasce solo ora.

La battaglia del 24 ottobre che viene menzionata e la famosa battaglia di Vittorio Veneto.Dopo il

La vittoria alata sulla "Domenica del corriere".

crollo delle linee italiane nell’ottobre 1917 a Caporetto, gli austriaci dilagarono nella pianura veneta e vennero fermati solamente sul fiume Piave e sul monte Grappa. Lì venne organizzata la resistenza, fino al 24 ottobre 1918, quando gli italiani contrattaccarono.

Soldati italiani a Trento il 3 novembre 1918.

A quel punto tra le file austriache prevalse lo sfinimento. Stanchi di combattere, i soldati iniziarono a gettare le armi e a tornare verso casa. Bisogna ricordare che l’esercito imperiale austriaco era composto, oltre che da soldati di lingua tedesca, da ungheresi, cecoslovacchi, polacchi, rumeni, croati, sloveni e italiani, questi ultimi utilizzati sul fronte orientale contro i russi, per il pericolo che potessero fraternizzare con gli italiani nemici. Tutte queste popolazioni sentirono sempre più impulsi autonomistici nei confronti dell’impero austriaco che li assoggettava. Infatti, furono proprio i soldati cecoslovacchi i primi ad abbandonare i fucili e a dare inizio al disfacimento dell’esercito. A quel punto, nonostante l’iniziale difficoltà (il ministro dell’economia Nitti scrisse al Presidente del Consiglio Orlando “siamo battuti, l’offensiva è infranta, si profila un disastro”), gli italiani riuscirono a sfondare e in pochi giorni giunsero a Vittorio Veneto prima, a Treno e Trieste poi. Il 3 novembre a Villa Giusti (PD) venne firmata la resa austriaca che entrò in vigore il giorno dopo, il 4 novembre.

Il Corriere della Sera, 5 novembre 1918.

Il “bollettino” poteva così concludersi:

I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza.

L’Italia ottenne il Trentino, l’Alto Adige, la Venezia-Giulia e l’Istria (Fiume esclusa) e la città di Zara in Dalmazia.

 

CURIOSITA: il testo del “bollettino della vittoria” venne affisso a tutte le caserme e municipi d’Italia utilizzando il bronzo fuso delle artiglierie sottratte ai nemici.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.3/5 (4 votes cast)

4 novembre 1918: l’Italia vince la guerra., 1.3 out of 5 based on 4 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su