Basta! (Lettera di un lettore) Reviewed by Momizat on . Pubblichiamo per intero una lettera giuntaci da un lettore, firmatosi "Avv. Ennio Azzolini". Invitiamo chi è interessato, a rispondere o a commentare tramite ma Pubblichiamo per intero una lettera giuntaci da un lettore, firmatosi "Avv. Ennio Azzolini". Invitiamo chi è interessato, a rispondere o a commentare tramite ma Rating:
Home » Articoli Vari » Basta! (Lettera di un lettore)

Basta! (Lettera di un lettore)

Pubblichiamo per intero una lettera giuntaci da un lettore, firmatosi “Avv. Ennio Azzolini”.

Invitiamo chi è interessato, a rispondere o a commentare tramite mail a redazione@ilritaglio.it

 

E’ giunto il momento di smetterla di vivere nell’ignoranza,a menzogna e nell’ipocrisia !

 

Dal dopoguerra ad oggi l’Italia è stata occupata da una casta di parassiti voraci e corrotti,che hanno venduto a caro prezzo al popolo l’esercizio dei propri diritti,diseducandolo al rispetto dei propri doveri !

Non mi dilungo a percorrere i trascorsi settant’anni ,lasciandone l’interpretazione e la valutazione a chi,come me,li ha vissuti da cittadino onesto,responsabile,rispettoso delle leggi e della civile convivenza.

Dal fatidico passo indietro di Berlusconi ( determinato dal pluriennale comportamento fazioso ed anti italiano del peggiore inquilino del Colle e della ciurmaglia dell’opposizione e dei sindacati,nonché dalle beghe interne di una maggioranza che aveva tutte le possibilità ed il dovere di attuare le riforme necessarie e mascherato da atto responsabile per amore del Paese a fronte di una crisi economica che ha investito il mondo e l’Europa in particolare) gli italiani sono stati sottoposti ad una serie di vessazioni,che mai nella storia repubblicana avevano subito!

Il golpe georgiano e la sospensione della sedicente democrazia aveva dato qualche speranza di cambiamento,attesa la sterile litigiosità dei partiti,che non curavano più gli interessi del Paese,bensì quelli loro esclusivi di bottega e personali,perché un governo di tecnici ,non vincolato dal ricatto elettorale,potesse attuare senza scontri le necessarie riforme richieste dall’Europa .

Ben presto abbiamo ,però,dovuto constatare come tali speranze fossero e siano tuttora vane!

Innanzitutto le misure attuate ricadono sempre ed esclusivamente sulle spalle,già piagate,dei cittadini onesti ed il plauso esternato dalla Unione Europea la dice lunga sui veri fini di questa inutile e chimerica istituzione.

La Verità,della quale bisogna pur cominciare a parlare ed affermare, è che l’Unione Europea non risponde affatto ai fini conclamati all’atto della sua costituzione,ma solamente a produrre altre caste di parassiti privilegiati,attenti agli interessi  di potentati economici,che costituiscono i c.d.poteri forti oramai non più oscuri ,ma palesi a chiunque abbia un minimo di autonomia di pensiero.

L’introduzione della moneta unica,lo stramaledetto euro,senza la garanzia di una banca europea ,che ne rafforzasse e tutelasse il potere di acquisto contro le speculazioni economiche internazionali,si è rivelata una vera catastrofe per le economie dei Paesi più deboli adusi a valersi della gestione autonoma della moneta nazionale per fronteggiare emergenze di varia natura.

Ma,innanzitutto,l’assenza di un Unico Governo Sovrannazionale,composto da membri delle varie nazioni consociate,governo che attuasse e garantisse omogeneità di leggi in materia di economia e giustizia,ha determinato il perpetuarsi di lotte intestine tra i Paesi membri con il prevalere degli interessi di quelli economicamente ,politicamente e socialmente più forti(Germania e Francia) a danno di quelli più deboli.

Il Parlamento Europeo si è rivelato un’ulteriore istituzione elefantiaca ,inutile e costosissima,luogo di ritrovo di politici trombati a livello nazionale,ma ben ricompensati da stipendi milionari(in particolare gli italiani!),che gravano sui popoli e sui cittadini tutti. Altri privilegi,altri costi insostenibili per i popoli illusi da una costosissima e mendace libertà e democrazia!

D’altra parte l’ONU non si è rivelata migliore!

Ma torniamo ai guai di casa nostra.

Il Governo Monti,dicevo,ha attuato misure impopolari ed inique,ma ,incredibilmente ,con l’assenso della quasi totalità delle forze politiche,che fino ad ieri litigavano furiosamente tra loro proprio in merito a tali misure!

Si è costituita dalla sera alla mattina una maggioranza ibrida in appoggio al Governo tecnico,lasciando fuori dal  consenso solo partiti minori già esclusi dal Parlamento dal voto popolare (PRC),partiti di pura demagogia(IdV) e forze politiche notoriamente e dichiaratamente antipartitiche (Lega Nord e Radicali).

Il Sindacato,tanto per non smentirsi,continua ad agitare le piazze ricolme di pecore ignoranti o faziose,senza avere mai attuato un serio esame di coscienza di fronte allo stato miserrimo dei lavoratori e dei pensionati,che istituzionalmente avrebbero(il condizionale è d’obbligo!)dovuto tutelare prima e dopo l’introduzione dell’euro!

Il Colle plaude alla ritrovata credibilità internazionale(sul sangue dei cittadini!) ed esorta l’ABC della nuova politica a trovare intese,sempre per il bene del Paese,quando,invece,solo gli idioti(e ve ne sono tanti,purtroppo!)non si avvedono che la loro azione è volta esclusivamente al loro bene e ad assicurare la loro sopravvivenza dopo la parentesi montana.

La scena politica è stata dominata da un falso problema,quello della riforma del lavoro,ed in particolare dell’art.18 (nella smorfia indica il sangue!),che assicurerebbe la ripresa economica perchè gli imprenditori,liberi di licenziare,correrebbero subito ad assumere giovani,donne e disoccupati,non avendo più vincoli paraconiugali con i dipendenti!!

Gli imprenditori stranieri riprenderebbero i loro investimenti in Italia,non più angosciati dalle difficoltà di licenziare dipendenti e cessare attività!

Il compassato Premier sta girando il Mondo(sempre a ns.spese,ovviamente!) per invitare ad investire in Italia!

MA QUANTE FESSERIE!

In primo luogo un vero imprenditore NON ha interesse alcuno a licenziare lavoratori capaci,leali e responsabili, a meno di non essere costretto a farlo dai cravattai legalizzati,ossia dalle Banche,che negano credito e sostegno ad imprese sane.

In secondo luogo,il licenziamento ha fatto e fa comodo solo ai “capitani coraggiosi” di dalemiana memoria,interessati più ai guadagni personali e del top management ,che al benessere ed allo sviluppo dell’impresa!Questi bastardi,perché tali sono,hanno trasformato le imprese in gestioni finanziarie che portino guadagni spropositati a favore di speculatori finanziari,fregandosene altamente dei riflessi sociali e civili dell’impresa,producendo disoccupazione ,sottoccupazione,pensionamenti anticipati “spintanei” che sbancano le casse della Previdenza e depauperando il mondo del lavoro di lavoratori esperti,preferendone altri meno esperti ,ma meno costosi.

Tutti questi maledetti contratti anomali,co-co-co-,a progetto,precari,etc,introdotti-guarda caso –da legislatori di centro-sinistra, hanno stravolto il mondo del lavoro e dato la stura a fenomeni incontrollati di sfruttamento giovanile e non!

In terzo luogo nessun imprenditore straniero è tanto folle o demente da venire ad investire in Italia,affrontando costi del lavoro da tre a cinque volte superiori a quelli del suo Paese!

IL VERO PROBLEMA,dunque,non è la riforma del lavoro,ma la riforma del COSTO del lavoro,delle Istituzioni elefantiache ,inutili e costosissime e della Costituzione,bugiarda ed ingannevole,quest’ultima,quando afferma all’art.1 che l’Italia è un Paese fondato sul lavoro!!

Vogliamo affrontare la realtà?Vogliamo dire la Verità?

L’Italia è il paradiso delle caste parassitarie:

Politici,in primis

Burocrati di Stato

Sedicenti imprenditori,ma in realtà avventurieri senza coscienza

Banchieri

Petrolieri

Industrie multinazionali farmaceutiche

Speculatori finanziari

Giornalisti,o meglio,sedicenti tali

Sindacalisti

Professionisti disonesti di vario ordine e natura

Evasori ed elusori fiscali

Insomma ladri di vario tipo,non limitando a tale aggettivo solo coloro che rubano per necessità o ignoranza e che popolano le carceri nazionali in una condizione indegna di una nazione civile.

Vogliamo dire BASTA ad un Quirinale che costa più del triplo della Monarchia Britannica?

Vogliamo dire BASTA ad un numero spropositato e sproporzionato di parlamentari,deputati e senatori,ben più alto e costoso di quello di altre democrazie storiche (e funzionanti!)?

Vogliamo dire BASTA ai loro privilegi e prebende milionarie,superiori a quelli dei loro colleghi di altre nazioni europee e non solo?

Vogliamo dire BASTA alle loro pensioni dorate,illegittime ed in spregio delle misere pensioni di quanti hanno lavorato per oltre 40 anni ?

Vogliamo dire BASTA ai super burocrati di Stato ,i vari Capi della Polizia,dell’Agenzia delle Entrate,dell’INPS,dei membri della Corte dei Conti,della Corte Costituzionale,al Segretario Generale del Quirinale,etc,i quali tutti guadagnano PIU’ del Presidente degli USA?

Vogliamo dire BASTA ai pensionati milionari (da 90.000 -120.000 euro al mese !) quando vi sono pensionati che non riescono a sopravvivere con pensioni da 400 a 1200 euro al mese?

Vogliamo dire BASTA alle Banche che hanno acquisito immensi patrimoni immobiliari sulla pelle dei cittadini e che hanno stretto e continuano a stringere nelle loro spire mortali l’economia del Paese,con l’avallo di politici al loro soldo?

Vogliamo dire BASTA ai cartelli criminali di assicurazioni e banche ,che,sempre con l’avallo di politici amici,impoveriscono le già scarse risorse delle famiglie ?

Vogliamo dire BASTA a questa proliferazione assurda di livelli governativi:Stato,Regioni,Provincie,Comuni,Circoscrizioni,Comunità montane,Enti statali e parastatali,i cui rappresentanti percepiscono stipendi milionari a spese dei cittadini,ai quali dai vari livelli NON viene garantito e fornito un adeguato servizio istituzionale?

Vogliamo dire BASTA al furto aggravato e continuato da parte dei partiti politici TUTTI,che,in spregio ad un referendum popolare,continuano a finanziarsi come prima e più di prima con miliardi sottratti alla comunità attraverso una legge truffaldina di rimborsi elettorali gonfiati a dismisura e che NON hanno l’obbligo né la consuetudine di presentare bilanci veritieri e legali,facilmente controllabili dai cittadini? Lo stesso discorso vale per i Sindacati!

Vogliamo dire BASTA ad una Giustizia che dire da Terzo Mondo è offendere il Terzo Mondo,con magistrati esibizionisti,narcisisti,sfaticati e faziosi ,che hanno dimenticato come il loro UNICO riferimento sia la LEGGE ,e che costringono i cittadini a tempi biblici per la risoluzione di vertenze e l’affermazione della giustizia??

Vogliamo dire BASTA ad una Sanità truffaldina,mortale,vergognosa,dominata da caste di personaggi che hanno dimenticato cosa voglia dire assistere i malati e fanno del loro mestiere solo una fonte di guadagni illeciti??

Vogliamo dire BASTA al dominio della case farmaceutiche ,che,senza il doveroso controllo dello Stato,avvelenano ed uccidono i cittadini,dopo averli derubati,con medicine inutili,dannose e comunque costosissime?

Vogliamo dire BASTA a tutte le caste:medici,notai,avvocati,commercialisti,professori,giornalisti,commercianti,etc, che speculano sull’ignoranza e sulle necessità dei cittadini?

Vogliamo dire BASTA a politici ignoranti,corrotti ed esibizionisti ,che trascorrono più tempo nelle varie trasmissioni televisive e radiofoniche,che nelle aule parlamentari a fare il loro dovere?

Vogliamo dire BASTA ad uno Stato che è diventato un biscazziere,invitando i cittadini al gioco d’azzardo ,che impoverisce migliaia di famiglie,costringendole a sottomettersi a strozzini di vario tipo,banche in primis?

Vogliamo dire BASTA ad uno Stato che NON tutela la salute dei cittadini,come prescritto anche in quella Costituzione bugiarda ??

Vogliamo dire BASTA alla politica nelle Scuole e nelle Università ,che devono essere solo fucine di cultura per formare i cittadini di domani??

Vogliamo dire BASTA al disfacimento morale e sociale dei ns.giovani,educati ad un becero e mortale consumismo ed assassinati dalla frequentazione senza limiti e regole di discoteche ,che sono luoghi di perdizione e morte ,invece che di sano divertimento?

Vogliamo dire BASTA alla corruzione,allo spreco,al furto,al lassismo,allo strapotere di coloro che dovrebbero servire il cittadino e che ,invece,lo sfruttano ?

Mi riferisco,in particolare ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni ed ai loro strapagati superiori,che danno ai loro sottoposti un pessimo esempio di immoralità e disonestà.

Vogliamo dire BASTA alla mancanza di vincolo di mandato per gli eletti,eliminando l’indegno mercato delle vacche?

Vogliamo dire BASTA a partituncoli sotto il 6%,che sono fonte solo di costi inutili per i cittadini?

Vogliamo dire BASTA ad ipotesi di elezioni senza preventiva indicazione di Premier designato e programma da attuare?

Insomma,per non tirarla all’infinito (e ve ne sarebbe materia!) vogliamo dire BASTA a questa repubblica di ladri e faccendieri ,furbetti e servitori,corrotti e corruttori,gente senza professionalità,capacità,onestà,responsabilità,cultura,(le Iene,che notoriamente amo,hanno mostrato il livello culturale dei ns.disonorevoli rappresentanti!),rispetto per i cittadini e per la Nazione??

BENE,allora i cittadini onesti hanno il dovere di mobilitarsi e dare un segnale FORTE a questo Stato criminale,manifestando-senza politici ,senza sinistra,destra e centro e senza sindacalisti,ma uniti solo dalla consapevolezza della propria onestà! Altro che indignados,noi dobbiamo essere incazzati neri e far percepire la ns.sacrosanta rabbia a chi di dovere,invitando questa classe politica e dirigente alle dimissioni,a cominciare dall’inquilino del Colle ,che ancora oggi afferma di non scorgere nel Paese segnali di esasperazione!(sic!)

Non è esasperazione la serie crudele di suicidi di cittadini ed imprenditori?

Non è esasperazione l’aumento delle famiglie che versano in stato di povertà e ricorrono ai vari Enti assistenziali religiosi ?

Non è esasperazione l’immagine di pensionati al minimo che frugano nei rifiuti dei mercati rionali per cercare il cibo ,che NON possono acquistare?

Il Savoiardo cambi,allora,ottico ed ottica ,prima che qualcuno gli cambi i connotati!

Altro segnale che sarebbe necessario ,doveroso e risolutivo è un grido di dolore (questa volta veramente fondato e non fasullo come quello percepito dal ladro savoiardo,prima dell’aggressione contro il Regno delle Due Sicilie!):

CHE NESSUNO VOTI alle prossime elezioni !!

L’alternativa a queste due soluzioni?

Una sola,una vera RIVOLUZIONE con sequestro di tutti i beni di coloro che ci hanno ridotto in questo stato per pagare il debito pubblico,generato da questi irresponsabili criminali (penso che ne avanzerebbero di danari!).

 


Meditate gente,meditate!

 

Ennaz

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Basta! (Lettera di un lettore), 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su