Arriva l’autunno: 10 consigli per sopportarlo (ed amarlo)! parte 2 Reviewed by Momizat on . Dopo tanta nebbia a una a una si svelano le stelle. Respiro il fresco che mi lascia il colore del cielo  (Ungaretti) Ormai avvolti completamente dalle fresche n Dopo tanta nebbia a una a una si svelano le stelle. Respiro il fresco che mi lascia il colore del cielo  (Ungaretti) Ormai avvolti completamente dalle fresche n Rating:
Home » Ambiente » Arriva l’autunno: 10 consigli per sopportarlo (ed amarlo)! parte 2

Arriva l’autunno: 10 consigli per sopportarlo (ed amarlo)! parte 2

Dopo tanta

nebbia

a una

a una

si svelano

le stelle.

Respiro

il fresco

che mi lascia

il colore

del cielo  (Ungaretti)

Ormai avvolti completamente dalle fresche note della stagione autunnale, riprendiamo il filo del discorso su quella che può ben essere considerata una “apologia” dell’autunno. Una stagione ricca di spunti, di luoghi e circostanze d’interesse e di possibilità. Nello scorso articolo avevo elencato cinque buone ragioni per imparare ad amare (o quantomeno a sopportare) questi mesi dell’anno: per gli amanti del viaggio, della natura, per i “disco”, gli abbonati e i pantofolai. Una buona fetta di società è stata così presa in considerazione. Conto di raggiungerne un’altra parte abbondante con i prossimi cinque consigli e almeno avremo coperto il maggior numero possibile di persone.

      1. PER I BUONGUSTAIIl vostro palato varia con lo scorrere dei mesi? Amate gustare delle bontà tipiche di ogni stagione e località? L’autunno è momento di grande prosperità per le cucine di tutta Italia. La terra arsa dal sole estivo sta portando i suoi frutti e presto sulle vostre tavole scorreranno bicchieri di buon vino nuovo, scorze di caldarroste appena cotte, pentole di polenta e risotti con abbinamenti nuovi e tradizionali. Spesso questi cibi stagionali sono motivo di aggregazione sociale: ritrovarsi fra amici a mangiare castagne o ad aprire una bottiglia di novello è quanto di più tipico possibile e consigliabile se volete passare serate “meno bigie” del solito.
      2. PER GLI AGRICOLIAmate la vita di campagna o possedete un piccolo orto nel vostro giardino? In autunno vi aspetta un bel carico di lavoro. Aprirete la stagione con le ultime raccolte dell’estate. Poi sarà il momento di vendemmiare e non c’è momento più lieto di questo per un amante della vita campagnola: la vendemmia è stata celebrata da infiniti poeti e pittori nella storia dell’umanità. Ma finita la vendemmia, dovrete sistemare gli orti e prepararli alle prossime colture. Abitate in un luogo dove non è possibile coltivare un orto? Magari però possedete un piccolo giardino od un terrazzo dove tenere dei vasi? Il giardinaggio è una delle attività più affascinanti ed appaganti per l’uomo che può investire in creatività e tecnica. E l’autunno è il momento ideale per iniziare: è l’ora di piantare i bulbi dei vostri futuri fiori.
      3. PER I FESTAIOLIL’estate è tempo di pellegrinaggi nei paesini e nelle località più disperse per partecipare alle sagre paesane? Anche l’autunno, almeno al suo inizio, prosegue questa buona usanza. I primi mesi autunnali, con i loro raccolti di bontà eno-gastronomiche, danno spazio a iniziative molto importanti a livello locale. Sagre del vino, feste del raccolto del riso, feste dedicate a prodotti particolari e locali. Vi troverete il pienone poiché sono iniziative molto apprezzate a tutte le età. E non manca mai la musica. Se poi avete una età che ama ascoltare solo musica liscia dovete sapere che stanno fiorendo i luoghi chiusi che dedicano numerose sere della settimana al ballo liscio: potrete andare in luoghi caldi, ascoltare la vostra musica e stare in compagnia davanti ad un cocktail.
      4. PER I NERDAmici informatici che state leggendo dall’alto dei vostri quattro occhi: è finalmente giunto il momento di tornare a scuola. Sappiamo che odiavate il calore estivo che vi obbligava a coprire con pantaloncini corti e t-shirt slavate la vostra pelle bianca come la porcellana. Ma ora potrete spolverare le vostre bretelle, le camicie con fantasie floreali modello “divano-di-nonna” e i vostri immancabili pullover color arancia. Riparte la scuola, vostra fonte di conoscenza eterna e luogo deputato alle pubbliche relazioni. E al rientro a casa, nel pomeriggio, non c’è niente di meglio di una partita davanti alla play-station con patatine e cola accanto sapendo che vostra madre non potrà più dirvi “tesoro, guarda che bella giornata! Perché non esci a fare due passi che ti farebbe bene?”.
      5. PER I TRENDYSiete una categoria esigente e particolare, forse non una vera e propria entità ben definita ma un orientamento di pensiero. Amate essere sempre impeccabili nel vostro abito, nel trucco e nel parrucco? Vi è una scuola di stilisti che sostiene il vantaggio della stagione autunnale e invernale poiché, scendendo le temperature, è necessario coprirsi maggiormente e dunque si hanno più capi ed accessori a disposizione. La calda estate vi impone abiti leggeri e non troppo accessoriati. Ora potrete recuperare (o acquistare) tutti i dettagli che vorrete preso i vostri negozi di fiducia e passare le giornate davanti allo specchio per “costruire” la vostra immagine ideale con giacche, scarpe, pantaloni ed accessori. L’esagerazione è trasgressione, la giusta misura è classica: ma in ogni caso avrete la possibilità di esprimere a pieno la vostra creatività. Solo una controindicazione: occhio ai costi!

 

Costruirsi un passatempo è quanto di più umano possibile: è il segno di una personalità che si crea possibilità e occasioni che corrispondono alla sua indole e alla sua creatività. Possiamo starcene in casa a contare il tempo che passa senza avere alcuno svago oltre alla TV (bello svago!) o a un buon libro. Ma ancora più saggiamente possiamo impegnarci a realizzarci anche nelle nostre piccole e grandi passioni. L’aver cura di sé è uno sforzo che dobbiamo imparare a compiere per vivere meglio noi stessi e gli altri. E anche in autunno questo è possibile.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su