Come risparmiare sulla benzina. Alcune semplici regole. Reviewed by Momizat on . Ecco il punto dolente: le spese per il carburante. Senza dubbio l'aumento del prezzo di benzina e gasolio negli ultimi mesi non sono per niente andati giù all'i Ecco il punto dolente: le spese per il carburante. Senza dubbio l'aumento del prezzo di benzina e gasolio negli ultimi mesi non sono per niente andati giù all'i Rating:
Home » Articoli Vari » Come risparmiare sulla benzina. Alcune semplici regole.

Come risparmiare sulla benzina. Alcune semplici regole.

Ecco il punto dolente: le spese per il carburante. Senza dubbio l’aumento del prezzo di benzina e gasolio negli ultimi mesi non sono per niente andati giù all’italiano medio, quello che l’automobile la deve usare per andare al lavoro ogni giorno. Tuttavia non disperate, qualche consiglio per risparmiare esiste davvero! Dopo esserci occupati dei risparmi facendo la spesa, ecco i consigli sulla benzina.

Quando siete fermi a semafori o passaggi a livello (specialmente quando sapete che si starà fermi un bel po’) spegnete il motore. Quando si guida in città, questo accorgimento può far risparmiare fino al 30%. Eppure non sempre lo facciamo, anzi, secondo una ricerca inglese, siamo la nazione che spreca più carburante nelle fermate cittadine.

Al momento del rifornimento, scegliete il fai-da-te: molte compagnie praticano uno sconto dopo gli orari di chiusura per l’utilizzo del self service. Bisogna approfittarne. Così come bisogna approfittare delle “pompe bianche”, quei distributori indipendenti estranei alle grandi compagnie petrolifere. Il prezzo è davvero più basso (in alcuni casi si arriva anche a 5-6 cent al litro in meno) e permette di risparmiare fino a 3-4 euro a pieno. Per chi fa due pieni al mese sono più di 70 euro l’anno. Basta effettuare una rapida ricerca su internet per trovare il distributore che in zona offre il carburante a prezzo minore. Su coraggio, cercate qualcosa di utile ogni tanto nel web.

Attenti all’aerodianmicità. Il portapacchi e il portasci sono molto utili quando si va in vacanza. Ma fanno sprecare carburante quando non servono! Aumentano l’attrito anche i finestrini abbassati. Secondo uno studio effettuato da un cittadino britannico, è preferibile tenere i finestrini giù solo fino agli 80 km/h. Dopodiché è più economico accendere l’aria condizionata. Quindi finestrini abbassati solo quando si va piano.

Questo non significa che l’aria condizionata non vi faccia spendere di più, anzi. Accenderla significa aumentare i consumi del 20%. Esclusa l’estate, tenetela spenta, oppure su una temperatura non eccessivamente bassa. Il serbatoio ringrazierà.

Non caricare eccessivamente il mezzo di bagagli. Più peso comporta più consumi. Sembra troppo logico, ma provate a pensare a quante cianfrusaglie tenete nella macchina e nel baule. Sicuri che, sommati insieme, questi oggetti pesino quanto una piuma?

Guidate in maniera ‘dolce’, vale a dire non fate scatti improvvisi, non accelerate sapendo che sta per avvicinarsi una curva. Se state per arrivare a un semaforo rosso togliete il piede dall’acceleratore in anticipo. E quando ripartite, le partenze migliori sono il risultato di un gioco frizione-acceleratore graduale. Far andare troppo “su di giri” il motore in partenza è come buttare i propri soldi dalla finestra. Mantenete l’andatura omogenea. In autostrada spingere l’auto fino a 130 km/h implica un consumo del 8/10% in più rispetto ad una velocità di crociera di 120 km/h.

Controllare la corretta pressione degli pneumatici. Con le gomme sgonfie si consuma il 4% in più.

A parità di velocità, si consuma di più utilizzando una marcia bassa che una marcia alta. Evitando di spingere il motore sempre al limite del numero di giri consentito e inserendo tempestivamente le marce alte puoi risparmiare oltre il 10% di carburante per ogni tragitto. Cercate di mantenere i giri del motore a 2000, senza “tirare” inutilmente le marce.

State per acquistare un’automobile? Sappiate che con l’acquisto di un auto elettrica con circa 1,50€ si possono percorrere 100 chilometri….

Infine, utilizzate i trasporti pubblici! Se vivete in città, l’abbonamento annuale costa molto meno di quello che spendereste a muovervi con l’automobile. E approfittate dei costi della benzina per rispolverare la bici. L’attività fisica per giunta fa bene e previene le malattie, facendovi anche risparmiare i soldi della spesa medica. Si colgono due piccioni con una fava.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su