Democrazia abortita Reviewed by Momizat on . Pubblichiamo un articolo mandatoci da un lettore! Chi volesse scrivere ed esprimere liberamente la propria opinione può mandare una mail a redazione@ilritaglio. Pubblichiamo un articolo mandatoci da un lettore! Chi volesse scrivere ed esprimere liberamente la propria opinione può mandare una mail a redazione@ilritaglio. Rating:
Home » Articoli Vari » Democrazia abortita

Democrazia abortita

Pubblichiamo un articolo mandatoci da un lettore! Chi volesse scrivere ed esprimere liberamente la propria opinione può mandare una mail a redazione@ilritaglio.it

Con interventi truffaldini il referendum del 1946 determinò la vittoria della Repubblica,ma,in realtà si è sostituita una Monarchia costituzionale con una monarchia assoluta! La Costituzione Albertina perlomeno veniva incontro alle istanze popolari,quella del ’46 è stata confezionata a misura dei suoi estensori! Dopo 70 anni circa ha trovato il suo pieno compimento: al savoiardo dinastico è succeduto il savoiardo Re Giorgio 1^ , al posto dei deputati e senatori eletti dal popolo (anche se con rappresentanza limitata!) senza corresponsione di alcuna retribuzione od indennità,sono stati nominati (e NON eletti!) con attribuzione di laute retribuzioni,indennità e privilegi crescenti nel tempo, 5 principi (i senatori a vita),  315 marchesi (i senatori) e 630 baroni (i deputati),tutti a spese nostre e questo senza considerare i vassalli vari (i partiti),i valvassori (i sindacati) i valvassini (enti statali ed associazioni varie),ed i servi della gleba(informazione  e media),tutti al soldo delle caste dominanti,altro che la nobiltà dinastica!!Nessun duca risulta nominato(non se ne riscontra la necessità né l’opportunità!) oltre al bocconiano plutocrate Monti,amico di potentati economici e comprovato nemico del popolo bue,che deve solo sottomettersi al giogo imposto e tirare il gravoso carro di un debito pubblico creato da politici e classi dirigenti indegne di una vera democrazia liberale!

Ulteriore prova del mio assunto è la risposta ufficiale della Presidenza della Camera dei baroni alle Iene,che hanno osato mostrare come detti baroni,guadagnando tanto poco,siano costretti a fare la spesa all’interno della Camera,a prezzi stracciati,ovviamente!

Il losco figuro,quel tal Fini,che indegnamente occupa lo scranno presidenziale,ha risposto che tale comportamento è “prassi consolidata” e,quindi,consentita! Altro che marchese del Grillo (che,peraltro,era uno solo!) : il boss baronale ha detto ai cittadini: noi siamo noi e voi non siete un cazzo…non ci disturbate!

Cari connazionali,invece di fondare altri partiti,affianchiamoci a quel Grillo che non è marchese e facciamo una vera rivoluzione per trasformarci da sudditi regnicoli  in cittadini e conquistare ,finalmente,libertà e democrazia,quelle reali e non queste mendaci!

 

Ennaz

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Democrazia abortita, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su