McDonald’s sfrattato:l’ultimo pasto in Galleria Reviewed by Momizat on . "Indovina chi viene a pranzo?". Non è il sequel del celebre film di Stanley Kramer,ma sicuramente sarà stata la domanda rivolta ai dipendenti del McDonald's di "Indovina chi viene a pranzo?". Non è il sequel del celebre film di Stanley Kramer,ma sicuramente sarà stata la domanda rivolta ai dipendenti del McDonald's di Rating:
Home » Articoli Vari » McDonald’s sfrattato:l’ultimo pasto in Galleria

McDonald’s sfrattato:l’ultimo pasto in Galleria

“Indovina chi viene a pranzo?”. Non è il sequel del celebre film di Stanley Kramer,ma sicuramente sarà stata la domanda rivolta ai dipendenti del McDonald’s di Galleria Vittorio Emanuele. In seguito al mancato rinnovo del contratto d’affitto da parte del Comune, la storica sede milanese del McDonald’s chiude i battenti. Per chiudere in bellezza, il famoso fast food ha voluto dire addio ai suoi estimatori offrendo loro l’ultimo pasto: hamburger e patatine gratis. All’invito hanno risposto in più di 5mila. L’appuntamento era stato fissato per ore le 13, ma gli organizzatori  sono stati costretti ad anticipare l’apertura, vista la fila che si era creata al di fuori. Una coda lunga un centinaio di metri, che dalla Galleria arrivava quasi fino a Piazza Duomo.

Per i più nostalgici è stato posto in vetrina un maxischermo su cui scorrevano frasi e video ricordo, mentre all’interno è stato allestito una sorta di “muro del pianto”: una parete intitolata “16 ottobre , the end “. Anthony scrive: ” Se non ci fosse stato McDonald’s sotto le vote della Galleria,mai mi sarei potuto permettere di sostare in uno dei luoghi più belli di Milano“. Invece Valentina ricorda: “Lascio parte della mia adolescenza chiusa tra le mura dell’anima di questo McDonald’s. Il mio primo ragazzo, il primo bacio,le risate…non vi dimenticherò mai!

Non sono mancate le polemiche. ” E’ un’ingiustizia – ha affermato l’amministratore delegato di McDonald’s Roberto Masi- la Galleria non è frequentata solo dal mondo dell’alta moda ma da ragazzi e persone di tanti ceti sociali e noi riusciamo a coprire buona parte di questi bisogni. Siamo un punto di riferimento per molti milanesi, speravamo di poter essere un bel complemento all’offerta con un locale rinnovato, mettere in Galleria soltanto turismo e alta moda per noi è un grande errore”. Infatti secondo alcune indiscrezioni, il ristorante dovrebbe cedere il posto a Prada e pare che sia già alla ricerca di un’altra location. Ma la storia non finisce qui: McDonald’s promette di portare in giudizio il Comune di Milano. I danni, per la chiusura dello storico ristorante nel salotto della città, sono stati quantificati dalla multinazionale del fast food in 24 milioni di euro.

Il McDonald’s lascerà sì la Galleria,ma non il cuore, o meglio lo stomaco, degli amanti del Big Mac.

 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)

McDonald’s sfrattato:l’ultimo pasto in Galleria, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su