Addio mia cara Renata Reviewed by Momizat on . . Le tue dimissioni rimarranno incise nella vergognosa storia d’Italia. Chissà, forse grazie a questo scandalo sarai promossa in parlamento, e così che funziona . Le tue dimissioni rimarranno incise nella vergognosa storia d’Italia. Chissà, forse grazie a questo scandalo sarai promossa in parlamento, e così che funziona Rating:
Home » Cronaca » Addio mia cara Renata

Addio mia cara Renata

. Le tue dimissioni rimarranno incise nella vergognosa storia d’Italia.
Chissà, forse grazie a questo scandalo sarai promossa in parlamento, e così che funziona in Italia.
Dopo aver raschiato anche il fondo più viscido del barile in cui hai rubato per anni con i tuoi fidi camerati,  le dimissioni erano l’unica cosa che potevi ancora fare, per salvare un onore ed un faccia che mai erano stati tanto di bronzo.
Che soddisfazione sentire le tue dimissioni. Un soffio di freschezza in tanta puzza di marcio.
Da sindacalista a ospite a feste in maschera con i soldi dei contribuenti il passo è breve. Forse fin troppo, siccome quando qualcuno è stato scoperto con le mani nella marmellata, il castello di sabbia è crollato. Ricatti, soprusi, ammissioni fatte per ricevere immunità e sconti di pena. Questa è il dipinto della nostra classe politica. Da un lato sperperavano i soldi, dall’altra tassavano pesantemente i cittadini.
Sono proprio loro la vera nota stonata. Il popolo italiano. Sempre così silenzioso, attendista e perbenista, che ancora una volta non ha fatto nulla. Ha atteso, ha aspettato, ha fatto finta di nulla. Si è accusato di populismo tutti coloro che in qualche modo hanno cercato di far chiarezza sulla vicenda.
Questa è forse la cosa che mi ha rattristato di più, ancora di più dei soliti politici che rubano senza ritegno.
Da questa vicenda è emerso che  gli italiani hanno un sacco di Polverini, soprattutto negli occhi.
Addio mia cara Renata.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)

Addio mia cara Renata, 4.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su