Attentato Brindisi: confessa il colpevole Reviewed by Momizat on . Sarebbe accusato di strage con finalità di terrorismo. Giovanni Vantaggiato, 68 anni, di Copertino (Le), titolare di un deposito di carburanti a Copertino. Avre Sarebbe accusato di strage con finalità di terrorismo. Giovanni Vantaggiato, 68 anni, di Copertino (Le), titolare di un deposito di carburanti a Copertino. Avre Rating:
Home » Cronaca » Attentato Brindisi: confessa il colpevole

Attentato Brindisi: confessa il colpevole

Sarebbe accusato di strage con finalità di terrorismo. Giovanni Vantaggiato, 68 anni, di Copertino (Le), titolare di un deposito di carburanti a Copertino. Avrebbe confessato di aver messo lui la bomba che ha ucciso Melissa lo scorso 19 maggio a Brindisi.
Ha dichiarato che “Doveva farlo”.
Il suo obbiettivo era il vicino Tribunale di Brindisi. Il movente sarebbe una vendetta poiché in passato aveva sostenuto un processo per una truffa subita, senza però riavere il denaro che aveva perso. Le tre bombe avrebbero dunque dovuto colpire il Tribunale di Brindisi.

Stamattina il capo della Polizia Antonio Manganelli era parso sicuro che gli inquirenti fossero vicini alla soluzione e ai giornalisti aveva detto:  ”Non c’entrano né la mafia né gli anarchici, i detenuti della Sacra corona unita hanno inviato un telegramma di solidarietà alla famiglia di Melissa: un segnale specifico per dire noi non ci entriamo“.

E anche per quanto riguarda gli anarchici della Fai si era detto molto scettico: “faccio fatica a immaginare che sia opera loro un attentato così vigliacco. Arriveremo a chi è stato“.

Si chiude così una delle pagine più tristi della storia italiana? Lo sapremo con certezza solo nei prossimi giorni.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su