Gavardo, lutto cittadino Reviewed by Momizat on . A qualche giorno ormai dal terribile duplice omicidio che ha messo in ginocchio il piccolo comune di Gavardo (BS), ci troviamo a puntare il dito contro il figli A qualche giorno ormai dal terribile duplice omicidio che ha messo in ginocchio il piccolo comune di Gavardo (BS), ci troviamo a puntare il dito contro il figli Rating:
Home » Cronaca » Gavardo, lutto cittadino

Gavardo, lutto cittadino

A qualche giorno ormai dal terribile duplice omicidio che ha messo in ginocchio il piccolo comune di Gavardo (BS), ci troviamo a puntare il dito contro il figlio della coppia, Marco Antonelli.

27 anni. Una laurea in matematica che è rimasta un sogno. Una mansarda in cui chiudersi in sè stessi e in compagnia del proprio pc. L’unico vero amico di Marco.

In paese la gente è ancora sotto shock, non ci si riesce a capacitare di come sia potuto accadere un simile fatto. Alba e Pietro erano due insegnanti in pensione. Davano lezioni gratuite a chi ne aveva bisogno. Sempre disponibili e cordiali. Due persone così perbene, genitori di Marco?

Ebbene sì.

Un unico figlio a cui mai hanno fatto mancare nulla.

Un unico figlio che li ha ringraziati massacrandoli di botte.

Stamattina , festa della Repubblica, nel carcere cittadino di Canton Mombello durante l’udienza di convalida dell’arresto, Marco ha fatto scena muta. Stando alle parole del suo legale, sarebbe “ancora molto scosso. A tratti assente e con umore altalenante”.

Alla base possono esserci i sedativi che gli sono stati somministrati durante la notte; è infatti difficile pensare che un ragazzo, che, dopo aver ucciso chi lo ha messo al mondo a suon di calci e pugni, con le mani ancora bagnate di sangue, è salito in mansarda davanti al pc a giocare a sparatutto, possa avere un cuore che piange su quanto ha commesso.

E’ lutto cittadino.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Gavardo, lutto cittadino, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su