Il capitano Gregorio De Falco incoronato eroe dalla Rete. Reviewed by Momizat on . Ormai non si ferma l'ondata di sdegno che ha investito il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino. Sui social network non si contano più gli insult Ormai non si ferma l'ondata di sdegno che ha investito il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino. Sui social network non si contano più gli insult Rating:
Home » Articoli Vari » Il capitano Gregorio De Falco incoronato eroe dalla Rete.

Il capitano Gregorio De Falco incoronato eroe dalla Rete.

Ormai non si ferma l’ondata di sdegno che ha investito il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino. Sui social network non si contano più gli insulti a lui rivolti, ha guadagnato il soprannome di “capitan coniglio” o il Daily Mail lo incorona “l’uomo più odiato d’Italia”.

Tuttavia sta diventando un vero eroe il capitano della Capitaneria di Livorno che la notte del naufragio della nave tuonava a Schettino di ritornare a bordo per fare rapporto sulla situazione all’interno della nave. La Rete lo ha incoronato eroe e su Facebook e Twitter sono moltissimi i “fan” che scrivono frasi di ammirazione per le sue parole rivolte a Schettino, ormai divenute famose. 
“Da grande voglio essere De Falco”, twitta qualcuno. “Un esempio per tutta l’Italia”, sono i complimenti per il suo comportamento. “Questa è l’Italia che vogliamo vedere” è il parere di una ragazza. Ma quello che fa più pensare è il parere di un paio di scettici: “È solo uno che ha fatto il suo dovere”, mentre un inglese si chiede: “Perché gli italiani impazziscono per De Falco, è incredibile, ha semplicemente seguito le procedure”.

Già è vero, non ha fatto nulla più che svolgere il suo lavoro. Ma io dico una cosa, caro inglese: in Italia in questo momento c’è bisogno di eroi. C’è bisogno di vedere che qualcuno tira fuori le palle -scusate il termine-  nelle difficoltà. Siamo usciti da un periodo in cui la politica era assente, incapace e corrotta, siamo tuttora in una fase economica di recessione, le prime pagine sono egemonizzate dagli evasori fiscali di Cortina e luogo comune è che ai vertici degli enti statali si arrivi solamente con raccomandazione.

E ora è De Falco che diventa l’italiano che tutti vogliono come esempio, un’immagine copertina di una Nazione che troppo spesso è vista (da dentro e da fuori) il luogo dell’inaffidabilità, il paradiso degli evasori, l’eden dei raccomandati. Ed è proprio perché ha fatto il suo lavoro in un momento così critico che stupisce l’italiano medio, di questi tempi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.3/5 (3 votes cast)

Il capitano Gregorio De Falco incoronato eroe dalla Rete., 3.3 out of 5 based on 3 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su