La Chiesa prende posizione. Forse. Reviewed by Momizat on . «Chi semina morte raccoglierà solo morte. Se gli uomini dei clan non si pentono, così ho detto ai miei sacerdoti, non potranno entrare in Chiesa neanche da mort «Chi semina morte raccoglierà solo morte. Se gli uomini dei clan non si pentono, così ho detto ai miei sacerdoti, non potranno entrare in Chiesa neanche da mort Rating:
Home » Cronaca » La Chiesa prende posizione. Forse.

La Chiesa prende posizione. Forse.

«Chi semina morte raccoglierà solo morte. Se gli uomini dei clan non si pentono, così ho detto ai miei sacerdoti, non potranno entrare in Chiesa neanche da morti. I camorristi sono anticivili, antiumani e anticristiani. È per questo che ho detto che ai camorristi non do i sacramenti! Niente battesimi, comunioni, nemmeno l’estrema unzione se non c’è stato precedentemente un pentimento». Queste le parole con cui l’arcivescovo di Napoli, il Cardinale Crescenzio Sepe, ha preso definitivamente posizione, a nome della Chiesa, nei confronti della criminalità organizzata e soprattutto nei confronti dell’usanza, frequente soprattutto nella periferia del territorio campano, di celebrare solennemente riti religiosi dove protagonisti sono i camorristi.

Negli anni si sono mostrati, infatti, palesi ed evidenti connubi tra la camorra e la Chiesa: processioni religiose in cui ci si soffermava qualche minuto in più, in segno di omaggio, sotto la finestra del boss del paese (come è accaduto a Castellamare di Stabia a gennaio, per il secondo anno consecutivo, tanto da indurre il Sindaco a togliersi il tricolore e ad abbandonare il corteo), comunioni e battesimi dove i padrini sono i capoclan e affini, funerali di boss celebrati in pompa magna. Finalmente una presa di posizione decisa e ferma, pare,  che si spera funga da guida per i vescovi ed i sacerdoti di tutti i quartieri e paesi dove la storia delle famiglie camorriste è indissolubilmente legata a quella dei cittadini. C’è da dire che queste dichiarazioni così lapidarie arrivano forse in ritardo, soprattutto dopo l’ennesimo episodio di omertà da parte della Chiesa cattolica avvenuto proprio durante l’omelia del funerale di Lino Romano, il ragazzo ucciso per errore dalla camorra ad ottobre,  a Marianella, omelia in cui il Vescovo di Aversa non ha mai pronunciato la parola “camorra”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su