Meridiana resta senza cibo, la spesa si fa al bar Reviewed by Momizat on . Periodo non certo felice per la compagnia aerea Meridiana che, sotto la guida di un super manager come l'ex Alitalia Giuseppe Gentile, tenta di risanare le prop Periodo non certo felice per la compagnia aerea Meridiana che, sotto la guida di un super manager come l'ex Alitalia Giuseppe Gentile, tenta di risanare le prop Rating:
Home » Cronaca » Meridiana resta senza cibo, la spesa si fa al bar

Meridiana resta senza cibo, la spesa si fa al bar

Periodo non certo felice per la compagnia aerea Meridiana che, sotto la guida di un super manager come l’ex Alitalia Giuseppe Gentile, tenta di risanare le proprie casse ricorrendo indistintamente a una serie di tagli molto severi. Ma Meridiana in questi giorni è salita alla ribalta delle cronache per uno spiacevole inconveniente per fortuna risoltosi nel migliore dei modi.

Infatti, a causa di un mancato pagamento di alcuni arretrati, la ditta LSG (di sede a Roma) ha sospeso temporaneamente l’erogazione di generi alimentari come crackers o snacks destinati alla compagnia, causando del panico tra gli addetti ai lavori che temevano di dover sospendere molti dei voli in programma a causa di questa triste mancanza. Ma qui arriva il colpo di genio dei capiscalo, che ordinano agli stewards in servizio di acquistare per mano della compagnia il cibo necessario per permettere comunque ai capitani di partire in tutta tranquillità garantendo sempre il massimo dei servizi per i propri passeggeri. E così ecco che, nei duty free shops dei vari aeroporti toccati dalle traiettorie di Meridiana, il personale di servizio ha fatto man bassa di snacks, crackers, arachidi e bevande per offrire sempre il meglio ai passeggeri. Trovata geniale che ha letteralmente salvato decine di voli da un impietoso cancellamento.

La spinosa situazione (che però ha fatto la fortuna dei rivenditori aeroportuali) si è risolta con un tempestivo intervento dell’organo dirigente della compagnia che, dopo una veloce consultazione con LSG, ha optato per un pagamento di tutti gli arretrati in cambio di un ripristino immediato delle derrate alimentari destinate ai viaggi in alta quota.

E così tutto è bene quel che finisce bene, grazie soprattutto alla fantasia dei capiscalo, ligi al dovere e al benessere dei passeggeri, che non hanno notato grandissimi disagi nell’erogazione del servizio.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su