Terremoto in Emilia: gravi danni al patrimonio artistico Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_11627" align="alignleft" width="300" caption="La torre dell'orologio di Finale Emilia prima e dopo il sisma"][/caption] Dopo aver fi [caption id="attachment_11627" align="alignleft" width="300" caption="La torre dell'orologio di Finale Emilia prima e dopo il sisma"][/caption] Dopo aver fi Rating:
Home » Cronaca » Terremoto in Emilia: gravi danni al patrimonio artistico

Terremoto in Emilia: gravi danni al patrimonio artistico

La torre dell'orologio di Finale Emilia prima e dopo il sisma

La torre dell'orologio di Finale Emilia prima e dopo il sisma

Dopo aver finito di contare i morti e i feriti provocati dalla scossa sismica di stanotte, l’Emilia Romagna si trova ora a dover fare i conti con un patrimonio artistico gravemente danneggiato, perché per quanto le persone vengano sempre prima degli edifici, mai come in queste situazioni occorre intervenire tempestivamente al fine di non perdere per sempre edifici con storie millenarie, cercando di consolidare le strutture prima di perderle definitivamente. Ben sapendo che una stima completa dei danni si potrà avere solo nel lungo termine. E’ noto infatti che il territorio emiliano vanta la presenza di numerosissimi edifici storici tra i quali moltissime torri medievali, che infatti sono le più danneggiate da questo sisma.

Come prevedibile i danni sono più consistenti nei comuni in prossimità dell’epicentro. A Finale Emilia sono parzialmente crollati il Palazzo dei Veneziani, la torre del Castello degli Estensi, la torre dei Modenesi (detta anche “dell’orologio”), il mastio della Rocca cittadina e il campanile del cimitero monumentale. Tutti edifici del tardo medioevo.

Crollata anche una chiesa a San Felice sul Panaro, in provincia di Modena, anch’esso vicino all’epicentro. Danni anche al Duomo di Mirandola.

A Ferrara pare che vi siano dei danni alla facciata del Castello Estense e alla settecentesca Borsa di Commercio. Caduta a terra la statua della Madonna sulla facciata della Chiesa di Santa Maria in Vado. Danni anche al fregio del portone di Palazzo Schifanoia.

Il castello delle rocche a Finale Emilia prima e dopo il sisma

Il castello delle rocche a Finale Emilia prima e dopo il sisma

A Crevalcore, in provincia di Bologna, è crollata la cuspide del Campanile. Danni anche a Sant’Agostino, dove lo storico palazzo comunale è parzialmente crollato. Crolli anche a Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia.

A Cento, nel Ferrarese, è crollata la Chiesa di Buonacompra.

Danni anche in Veneto: a Ficarolo, in provincia di Rovigo, dove è parzialmente crollata una chiesa. Danni anche a Gaiba, Castelmassa e Stienta.

E’ una triste lista che purtroppo si aggiorna di minuto in minuto.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Terremoto in Emilia: gravi danni al patrimonio artistico, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su