Afterhours: Padania, una nuova pelle, un nuovo inizio Reviewed by Momizat on . Uscito poco più di un mese fa e dal titolo quasi profetico ed emblematico- visti i recenti eventi-, il nuovo lavoro degli Afterhours, "Padania" è deciso a conqu Uscito poco più di un mese fa e dal titolo quasi profetico ed emblematico- visti i recenti eventi-, il nuovo lavoro degli Afterhours, "Padania" è deciso a conqu Rating:
Home » Cultura » Afterhours: Padania, una nuova pelle, un nuovo inizio

Afterhours: Padania, una nuova pelle, un nuovo inizio

Uscito poco più di un mese fa e dal titolo quasi profetico ed emblematico- visti i recenti eventi-, il nuovo lavoro degli Afterhours, “Padania” è deciso a conquistare e a risvegliare gli animi dei fedelissimi e non.

Manuel Agnelli, carismatico leadear del gruppo, nella conferenza stampa di presentazione del disco ha spiegato il perchè della scelta: «Padania è uno stato della mente e dell’anima, è il desiderio di cambiare la propria vita e il proprio destino. È un’aspirazione così forte che diventa un’ossessione, tale da far dimenticare i motivi per i quali si sta combattendo, che spinge a realizzare tutto, tranne se stessi». Sono quindi lontani o meglio non voluti i rimandi alla situazione politica italiana e allo sfacelo in cas(t)a Lega Nord. Anzi, Padania, nell’accezione di Agnelli e soci, ha più un valore simbolico, evocativo, a tutti gli effetti è un territorio che non esiste, ma è una provocazione per porre l’attenzione su una condizione interna ed esistenziale dell’individuo. Un bisogno d’azione, un cambio di pelle. “Pelle” che rimanda all’omonimo e storico brano, uno fra i più belli ed emozionanti della rock band.

Anticipato dal singolo “La tempesta in arrivo“, con relativo video -realizzato come soundtrack per i titoli di coda della miniserie di Sky Cinema “Faccia d’angelo“, l’omonimo singolo Padania colpisce al primo ascolto, canta Agnelli: <<Se un sogno si attacca come una colla all’anima tutto diventa vero tu invece no.>>.  La tematica della lotta per gli ideali, risuona forte anche in altre frasi emblematiche come: <<Ancora ha senso battersi contro un demone/quando la dittatura è dentro di te/lotti tradisci uccidi per ciò che meriti/fino a che non ricordi più cos’è>>. Oltre ad essere un album fortemente impregnato di tematiche sociali, è autoprodotto (etichetta Germi, distribuito da Artist first) , la decisione è stata presa non per particolari motivazioni artistiche, come si potrebbe a prima istanza pensare, ma soprattutto per uscire sul mercato con un prodotto senza filtri, che lasciasse la band libera di esprimersi al meglio. Per questo motivo è stata adottata oltre all’edizione standard, una deluxe edition che contiene oltre al disco, un biglietto per il live, una chiavetta usb con le tracce in mp3, una serie di foto su carta patinata, un libretto e pure sei boccette con dentro “l’anima di ogni membro della band” .

Padania si delinea sempre più come un lavoro epifanico, un concept album emozionale, osannato dai fans e dalla critica come il degno sequel dello splendido lp “Hai paura del buio?” del ’97, che tutt’oggi decreta la fama internazionale degli Afterhours miscelando punk, post grundge, noise e ballate pop-rock.

I magnifici sei sembrano non aver perso la grinta e lo smalto iniziale.

Che il contagio abbia inizio.

Siamo pronti a cambiar pelle, assieme a loro.

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Afterhours: Padania, una nuova pelle, un nuovo inizio, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su