Il colore blu Reviewed by Momizat on . E' il colore del cielo e delle infinite distese d'acqua che tanto ci fanno sognare e lo si collega spesso alla magìa ed al surreale. E' il blu, uno dei tre colo E' il colore del cielo e delle infinite distese d'acqua che tanto ci fanno sognare e lo si collega spesso alla magìa ed al surreale. E' il blu, uno dei tre colo Rating:
Home » Cultura » Il colore blu

Il colore blu

Questo è l’articolo 1 di 1 articoli dell’inserto I colori
  • Il colore blu

E’ il colore del cielo e delle infinite distese d’acqua che tanto ci fanno sognare e lo si collega spesso alla magìa ed al surreale. E’ il blu, uno dei tre colori primari, presente nel cielo perché le molecole di gas di cui è composta l’atmosfera rifraggono solo la luce blu che ha lunghezza d’onda minore (mentre le lunghezze d’onda maggiori vengono riflesse) e nell’acqua dei mari, dei laghi e dei fiumi perchè le bande energetiche vengono assorbite in modo differente dall’acqua, facendo scomparire in ordine le radiazioni più deboli (in ordine il rosso, il giallo, il verde, il viola ed infine il blu).

Non c’è da stupirsi del fatto che, in quanto colore del misterioso cielo e degli abissi inesplorati, così estraneo alla normalità dei colori “di terra” quali il verde, il marrone ed il grigio, questo freddo colore elettrizzante sia stato largamente utilizzato in molte poesie, soprattutto durante il romanticismo. Nel romanticismo tedesco, ad esempio, spiega lo storico Michel Pastoureau nella sua opera “Bleu, histoire d’un couleur”(blu, storia di un colore), il blu diviene il colore dell’amore, della malinconìa e del sogno, ciò che era più o meno nella poesia medievale, dove il gioco di parole tra “ancolie”(fiore di colore blu) e “mélancholie”(malinconia) esisteva già.

Questo blu romantico e malinconico, della pura poesia e dei sogni infiniti ha attraversato i decenni ma a poco a poco si è trasformato nel tempo. In Germania è ancora presente nell’espressione “blau sein” che significa essere ubriaco: lo si ha infatti  collegato allo spirito nebbioso e all senso di essere quasi sotto anestesia della persona che ha bevuto troppo. In Inghilterra e negli stati uniti, l’espressione “the blue hour”(l’ora blu) designa il periodo dell’uscita dagli uffici, a fine pomeriggio, quando le persone, al posto di rientrare a casa, passano un’ora in un bar per bere degli alcolici e dimenticare i loro problemi. Altre espressioni in lingua inglese  hanno al loro interno il blu come protagonista che esprime pessimismo o tristezza, come “to be blue”, il quale equivalente in italiano è “vedere tutto nero”.

Ma soprattutto bisogna rapportare il blu del romanticismo tedesco al blues, forma musicale di origine afroamericana, nata tra il popolo, all’orizzonte del 1870 e caratterizzata da un ritmo lento in quattro movimenti, che trasmette degli stati d’animo di malinconia e tristezza. Per concludere gli stati d’animo suggeriti dal colore blu potrebbero essere affiancati alla parola portoghese “Saudade” che indica una forma di malinconia affine alla nostalgia, come del resto la parola tedesca “Sehnsucht”.

Attenzione però, questo significato del colore non ha nulla a che vedere con l’espressione italiana”avere il sangue blu”, riferita alle persone  nobili e spesso collegata ai principi delle fiabe. Il sangue reale è detto “blu” per un motivo curioso: prima che l’abbronzatura diventasse un simbolo di bellezza e benessere, essa era una caratteristica di chi lavorava la terra, mentre i nobili erano pallidi, e il pallore era ricercato proprio per il suo significato di grazia e splendore. Su una pelle bianca spiccano le vene superficiali, che appaiono blu: da qui deriva l’espressione”sangue blu”, sangue nobile.

 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Il colore blu, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su