Se anche la musica è legata ad uno schermo… Reviewed by Momizat on . Conoscete i Led Zeppelin? Beh, credo che qualunque giovane, durante la sua adolescenza, abbia avuto occasione di scontrarsi con il mondo di rock, hard rock e ge Conoscete i Led Zeppelin? Beh, credo che qualunque giovane, durante la sua adolescenza, abbia avuto occasione di scontrarsi con il mondo di rock, hard rock e ge Rating:
Home » Cultura » Musica » Se anche la musica è legata ad uno schermo…

Se anche la musica è legata ad uno schermo…

Conoscete i Led Zeppelin? Beh, credo che qualunque giovane, durante la sua adolescenza, abbia avuto occasione di scontrarsi con il mondo di rock, hard rock e generi che hanno caratterizzato la scena musicale del secolo scorso. Ac/Dc, Guns ‘n’ Roses, ma anche Nirvana, Cream o B.B. King. Sono numerosissimi gli artisti che hanno letteralmente sfondato dagli anni ’60 in poi esibendosi nei generi più disparati. Sono artisti che hanno vissuto con la musica fin dai primi anni di vita. Sono artisti che hanno abbandonato tutto per dedicarsi ad una carriera che attraverso numerosi sforzi li ha portati ad essere pietre miliari nella storia della musica moderna.

Oggi per avvicinarsi alla musica i giovani non hanno più bisogno di andare nei negozi di dischi o ai concerti alla ricerca di nuove band degne di questo nome. Oggi il rapporto con la musica si consuma nella maggior parte dei casi dietro ad uno schermo. Tutto ciò comporta numerosi lati positivi, è più facile per tutti ascoltare nuova musica, è più facile farsi notare e diventare famosi, ma quella sorta di “censura” per i gruppi meno meritevoli di un tempo non esiste certo più.

Tra le conseguenze più morbose di questo fenomeno si trovano certo i talent show, dove spesso ad esibirsi sono musicisti. In una recente intervista con Omar Pedrini, fondatore dei Timoria, uno dei pochi gruppi hard-rock in Italia, questo ha definito tutti gli artisti che si fanno notare attraverso i talent-show “come lo yogurt, scadono presto”. Ed è difficile criticare tale affermazione.

Tutti coloro che arrivano ad avere un successo attraverso programmi televisivi se ne vanno presto, il loro successo è momentaneo, qualche mese e tutti se li saranno dimenticati. E’ veramente questa la fine della musica?
Vale la pena portare al successo gruppi che “rimangono negli occhi, ma non nel cuore della gente”, come dice Pedrini?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Se anche la musica è legata ad uno schermo…, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su