Woody Allen to Rome with Love… Reviewed by Momizat on . Dopo il sognante “Midnight in Paris” Woody Allen torna al cinema con un nuovo film ambientato a Roma e, anche per questo, molto atteso nelle sale italiane. “To Dopo il sognante “Midnight in Paris” Woody Allen torna al cinema con un nuovo film ambientato a Roma e, anche per questo, molto atteso nelle sale italiane. “To Rating:
Home » Cultura » Cinema » Woody Allen to Rome with Love…

Woody Allen to Rome with Love…

Dopo il sognante “Midnight in Paris” Woody Allen torna al cinema con un nuovo film ambientato a Roma e, anche per questo, molto atteso nelle sale italiane.

“To Rome with Love” è in qualche modo un omaggio alla città eterna che forse è la vera e propria protagonista della pellicola, grazie al fascino dei suoi vicoli, delle sue rovine e alle atmosfere magiche che solo Roma ha.
In questo luogo, dove il passato e il presente si incrociano costantemente, si intrecciano quattro diverse storie, spesso nonsense, che a volte hanno dei risvolti originali e comici ed altre sono descritte in modo troppo farsesco e distante dalla realtà.
Il cast è un mix italo-americano dove spiccano i nomi di Alec Baldwin, Roberto Benigni, Penelope Cruz, Judy Davis e naturalmente lo stesso Woody Allen.

film "To Rome With Love"

Locandina "To Rome With Love" di Woody Allen, 2012

La storia, più italiana, se così si può dire, è quella della giovane coppia di sposini interpretati da un simpatico e volutamente impacciato Alessandro Tiberi e ad una un po’ troppo costruita e poco… molto poco convincente Alessandra Mastronardi. I due, che si trovano a Roma per cambiare la propria vita, si perdono per qualche ora e vengono travolti da due personaggi che stravolgeranno per un po’ le loro esistenze semplici: una super sexy Penelope Cruz nei panni di una prostituta di buon cuore che dà una mano ad Antonio (Alessandro Tiberi) fingendosi sua moglie e un sex-symbol abbastanza particolare dato che è interpretato da un simpatico, ma di certo non troppo bello, Antonio Albanese che, però, riesce a calarsi perfettamente nei panni di un affascinante latin-lover regalando diversi momenti di ilarità. Nel loro episodio ci sarà anche una piccola partecipazione del bel Riccardo Scamarcio nei panni di un ladro; una parentesi divertente,quest’ultima, ma assurda e forse in qualche modo davvero inutile.
L’episodio, di cui è protagonista anche il regista stesso, nasce attraverso una storia d’amore sbocciata tra una turista americana di nome Hayley (Allison Pill) e Michelangelo (Flavio Parenti), un affascinante avvocato italiano. I due si conoscono a Roma e decidono in poco tempo di sposarsi e la storia comincia proprio con l’incontro dei genitori di lei, interpretati da Woody Allen e da un’affascinante e disincantata Judy Davis, che si incontreranno con i genitori di lui. La vicenda ha dei risvolti esilaranti anche se resta poco convincente e in qualche modo è resa sgradevole dal bruttissimo carattere del giovane Michelangelo, spesso irrispettoso e irascibile tanto da far venire dubbi su come abbia potuto far innamorare di lui la dolce Hayley.
Particolare è anche l’episodio che vede il nostro Roberto Benigni al centro della scena insieme alla moglie interpretata da Monica Nappo e accompagnato dalla partecipazione di diverse attrici italiane. L’ironia che il regista voleva far percepire, raccontando di un uomo qualunque che senza nessun talento diventa di colpo famoso e perseguitato da fan e paparazzi, arriva forte e chiara, però questo accade a scapito della storia stessa che, invece, appare esageratamente farsesca. L’episodio, infatti, non risulta bene equilibrato perché tutto ruota intorno al concetto che Allen voleva esprimere e al personaggio di Benigni, senza riuscire, però, a costruire un racconto di senso compiuto. In compenso si può dire che Benigni è stato bravissimo ad interpretare la parodia dei vip di oggi che spesso non si sa da dove vengano e che cosa ci facciano in tv, ma che, al tempo stesso, occupano riviste e programmi televisivi riempendoci la testa anche con i dettagli più sciocchi delle loro vite.

Infine la quarta storia vede come protagonisti un Alec Baldwin nostalgico che torna a Roma e rivive il suo passato attraverso l’intreccio delle vite di tre giovani americani interpretati da un bravissimo Jesse Eisenberg, che ricordiamo per la pellicola “The social network”, fidanzato con Sally (Greta Gerwig), una ragazza decisamente banale, e travolto dalla conoscenza di Monica interpretata da Ellen Page, una femme fatale egocentrica e bugiarda che sa bene come utilizzare le sue strategie per far perdere la testa ad un uomo.
In quest’episodio risulta molto divertente la parte di Alec Baldwin che, ricordando il suo passato, cerca disperatamente di dare consigli a un se stesso più giovane pur di evitargli una grande delusione amorosa; e forse questa, in qualche modo, rappresenta la vicenda più originale e piacevole di tutto il film.

Un altra nota dissonante, infine, è rappresentata dai due narratori che aprono e chiudono la storia, cioè un vigile urbano e un romano di piazza di spagna, i due, infatti, sono tutto meno che romani e il loro intervento non riesce a risultare caratteristico, ma solo inutile…forse addirittura doppiato male!

Insomma “To Rome with Love” è una pellicola che scorre in modo piacevole, ma, allo stesso tempo, è caratterizzata da troppe cose che non tornano. La sensazione finale, infatti, è quella di irrealtà, vissuta, però, nel senso negativo del termine, quasi come se si fosse visto qualcosa di troppo poco credibile e forse addirittura inconsistente.

Di sicuro non c’è molto del fascino di “Midnight in Paris”, nonostante i presupposti ci fossero tutti.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)

Woody Allen to Rome with Love…, 4.0 out of 5 based on 1 rating

Commenti (1)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su