Un suicidio al giorno toglie… Reviewed by Momizat on . Quasi un suicidio al giorno. È questa la triste media che l’Italia può “vantare” nel 2010. Più di trecentocinquanta persone si sono tolte la vita a causa di pro Quasi un suicidio al giorno. È questa la triste media che l’Italia può “vantare” nel 2010. Più di trecentocinquanta persone si sono tolte la vita a causa di pro Rating:
Home » Editoriale » Un suicidio al giorno toglie…

Un suicidio al giorno toglie…

Quasi un suicidio al giorno. È questa la triste media che l’Italia può “vantare” nel 2010. Più di trecentocinquanta persone si sono tolte la vita a causa di problemi finanziari provocati dalla crisi. Le banche spadroneggiano, i piccoli-medi imprenditori non riescono ad avere i prestiti necessari per tenere aperte le aziende, licenziano i lavoratori. Ci sono anche diversi casi beffardi dove i soldi arrivano, ma con colpevole ritardo, quando ormai ogni speranza è stata persa. Ed è così che oltre allo stipendio viene meno quella dignità necessaria a vivere in maniera povera ma decorosa.
Il suicidio per motivi economici è ormai una vera e propria piaga sociale. Cosa può spingere queste persone a togliersi la vita se non la disperazione più profonda e la consapevolezza di non poter fare nulla di più che morire?
Il nostro Stato non facendo nulla diventa uno spietato assassino, un complice silenzioso. Ormai è diventato quasi “normale” sentire di questi suicidi e i dati ufficiali del 2010 non possono che spaventare, sapendo benissimo che quelli del 2011 e del 2012 saranno nettamente peggiori.
Il nostro Stato è un assassino spietato ed un complice silenzioso perché ogni giorno rimane indifferente di fronte a queste storie terribili e, invece di intervenire in modo deciso in favore di queste persone, continua imperterrito a proseguire con “la linea di austerità”, imponendo al popolo altri sacrifici.
Inutile inneggiare ad una rivoluzione: gli italiani sono un popolo ormai sfiancato dai propri errori nei giorni di elezioni e dalle forti pressioni economico-sociali che ogni giorno subisce dal proprio governo.
L’articolo 18 è solo la punta di diamante di una gestione societaria che non mira alla salvaguardia del cittadino ma al puro interesse finanziario di una nazione perennemente in debito con banche, fondi monetari e altre cose poco chiare.
In tutto questo, la beffa peggiore è vedere partiti come la Margherita che non si rendono conto di un buco di 15 milioni di euro, e altri, come la Lega, che consegnano cinque kilogrammi di oro in lingotti.
Ci stanno prendendo in giro e noi glielo facciamo fare, senza dire nulla, senza lamentarci. E se questa non è una sorta di dittatura psicologica ci manda davvero poco.
Sentiremo ancora per molto tempo di questi suicidi, almeno finché qualcuno non deciderà di intervenire in maniera chiara, netta decisa. Noi, nel frattempo, non dimentichiamoci di queste persone. Sarebbe una vergogna, una mancanza di rispetto verso la loro memoria. Ma anche un pericolo per noi stessi, poiché ciò che si dimentica non ha importanza, e ciò che non ha importanza può continuare nell’indifferenza generale.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Un suicidio al giorno toglie…, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su