Addio erasmus? Reviewed by Momizat on . Articolo di Alessandra Guglielmo Quello che sembrava essere una delle iniziative più riuscite dell’Unione Europea, proprio nell’anno del suo 25° anniversario, r Articolo di Alessandra Guglielmo Quello che sembrava essere una delle iniziative più riuscite dell’Unione Europea, proprio nell’anno del suo 25° anniversario, r Rating:
Home » Articoli Vari » Addio erasmus?

Addio erasmus?

Articolo di Alessandra Guglielmo

Quello che sembrava essere una delle iniziative più riuscite dell’Unione Europea, proprio nell’anno del suo 25° anniversario, rischia il default. Stiamo parlando del progetto Erasmus, che dal 1987 permette agli studenti universitari europei di effettuare un periodo di studio legalmente riconosciuto in un’università estera. A lanciare l’allarme è il presidente della commissione Bilancio dell’Europarlamento, Alain Lamassoure, il quale attribuisce la colpa “all’atteggiamento assurdo dei governi nazionali”.  Il buco di 10 miliardi di euro sembrerebbe non coprire il 30% delle borse già erogate. Si tratta perlopiù di borse di piccole dimensioni (circa 250 euro al mese per ogni studente), ma sono soldi necessari per chi, come la maggior parte degli studenti attualmente all’estero, contava sulla borsa di studio europea. A Padova oltre mille studenti stanno aspettando il via libera di Bruxelles per poter partire. Sarà necessaria una manovra correttiva in extremis per salvare il progetto Erasmus, anche se le stime annunciate da Lamassoure non sono per nulla incoraggianti: i pagamenti che rischiano di non essere erogati sono di 900 milioni di euro per la Spagna, 600 milioni per Italia e Grecia, 400 milioni per la Francia e 150-200 milioni per la Gran Bretagna.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su