EVA JOLY Reviewed by Momizat on . Data di nascita: 5 dicembre 1943 Partito politico: EELV (Europa Ecologica – I Verdi) Programma politico: EDUCAZIONE: Assunzione di 20.000 nuovi professori e per Data di nascita: 5 dicembre 1943 Partito politico: EELV (Europa Ecologica – I Verdi) Programma politico: EDUCAZIONE: Assunzione di 20.000 nuovi professori e per Rating:
Home » Estero » EVA JOLY

EVA JOLY

Data di nascita: 5 dicembre 1943

Partito politico: EELV (Europa Ecologica – I Verdi)

Programma politico:

EDUCAZIONE:

  • Assunzione di 20.000 nuovi professori e personale educativo.
  • Ripristino della formazione biennale per i nuovi professori.
  • Creazione della Scuola Fondamentale che raggruppi scuola primaria e secondaria fino ai 16 anni.
  • Obbligo di 5 anni di esperienza per insegnanti chiamati a lavorare in zone/istituti sensibili.
  • Incoraggiamento e accompagnamento all’uso di nuovi metodi pedagogici.
  • Nuovo sistema di valutazione per meglio valorizzare la riuscita scolastica.
  • Incoraggiamento alla formazione professionale nel settore delle costruzioni ecologiche.
  • Creazione di un piano nazionale d’educazione alla conservazione della natura.
  • Migliorare l’accesso agli studi superiori
  • Remunerazione degli stage al 50% dello SMIC (salario minimo garantito).

LAVORO:

  • Rinforzo del servizio pubblico all’impiego per arrivare ad un accompagnamento personalizzato dei disoccupati.
  • Creazione per tutti di un Credito di Formazione di 8 anni utilizzabile per tutta la vita.
  • Riduzione del tempo di lavoro a 32 ore settimanali (attualmente a 35) per favorire l’impiego. Soppressione delle imposte sugli straordinari.

ECONOMIA:

  • Creazione di un’economia al servizio dell’ecologia.
  • Costituzione di un polo d’investimenti pubblici per finanziare progetti ecologici.
  • Tassazione rendite bancarie.
  • Lotta contro il debito pubblico.
  • Riduzione del debito con la creazione di un vero fisco ecologico e con la sopressione dei vantaggi fiscali accordati ai grandi patrimoni e alle imprese (per quest’ultime legare i vantaggi fiscali a degli obiettivi sociali e ambientali).
  • Costruzione di 500.000 alloggi a bassa consumazione energetica di cui 160.000 alloggi sociali.

STATO:

  • Creazione di una VI Repubblica ( rivalorizzazione del parlamento e soppressione dell’immunità presidenziale).
  • Introduzione del proporzionale per tutte le elezioni, limitazione del rinnovo dei mandati politici nel tempo.
  • Trasformazione del Senato in Camera delle Regioni.
  • Rinforzo del potere regionale (politico-economico).
  • Trasferimento di alcuni poteri all’Europa.
  • Divieto di essere eletti per 10 anni ai politici corrotti.
  • Trasparenza dei redditti dei politici.
  • Creazione di un ministero per l’uguaglianza uomo-donna.

EUROPA:

  • Proposta di creazione una vera Costituzione Europea.
  • Creazione di un Vice Primo Ministro che si occupi delle questioni europee.
  • Creazione di un Patto di sviluppo ecologico e sociale che sostituisca il Patto di stabilità.
  • Proposta di una armonizzazione europea sulle imposte alle imprese e ai capitali.

IMMIGRAZIONE:

  • Rispetto del diritto di vivere in famiglia e del diritto alle cure mediche per gli immigrati.
  • Regolarizzazione degli immigrati senza permesso di soggiorno su basi oggettive. (Presenza nel territorio da più di 5 anni, scolarizzazione dei figli in Francia)
  • Eliminazione degli ostacoli finanziari e amministrativi per gli studenti stranieri.
  • Amnistia per tutte le condanne relative al soggiorno irregolare in Francia.
  • Chiusura dei centri di permanenza temporanea per gli stranieri irregolari.
  •  Creazione di una politica d’accoglienza per gli stranieri.
  • Dirittto di voto e di eliggibilità a tutti gli stranieri residenti in Francia da almeno 5 anni.
  • Facilitazione del processo di naturalizzazione.

SICUREZZA:

  • Fusione tra Polizia e Gendarmeria.
  • Facilitazione del reinserimento per ex detenuti.
  • Aumento di fondi per la lotta contro l’evasione e il crimine organizzato.
  • Legalizzazione della Cannabis per mettere fine al traffico illegale e regolamentarne il commercio.

ECOLOGIA:

  • Riduzione dell’emissione di gas a effetto serra del 30% da qui al 2020.
  • Produzione del 40% di energia tramite fonti rinnovabili a partire dal 2020.
  • Rinnovo di un milione di allogi, da qui al 2020, per rendirli a basso consumo.
  • Investimento di 4 miliardi di euro ogni anno per la creazione di trasporti alternativi.
  • Riduzione del consumo energetico.
  • Lotta contro l’inquinamento dell’aria.
  • Chiusura progressiva degli inceneritori.
  • Creazione di una nuova politica del mare.
  • Sviluppo della Chimica “verde”.
  • Riduzione del trasporto delle merci.
  • Riduzione del trasporto aereo.
  • Sviluppo del riciclabile.

NUCLEARE:

  • Uscita totale e progressiva dal nucleare in 20 anni.

DIFESA:

  • Creazione di una politica della non violenza e della prevenzione dei conflitti.
  • Ritiro delle truppe francesi dall’Afghanistan a fine 2012.
  • Cancellazione dei programmi di modernizzazione dell’armamento nucleare francese.
  • Eliminazione del segreto di stato sugli esperimenti nucleari in Algeria e Polinesia.

SALUTE:

  • Assicurare a tutti l’accesso alle cure mediche gratuite.
  • Creazione dell’istituto di ricerca di salute territoriale.
  • Modernizzazione degli ospedali pubblici.
  • Creazione di un piano nazionale contro l’obesità.
  • Rendere gratuiti tutti i contraccettivi per i giovani.

GIUSTIZIA:

  • Assicurare l’indipendenza dei magistrati.
  • Rinforzo della Protezione giudiziare per i giovani.
  • Creazione di sanzioni diverse dall’incarcerazione.
  • Reinserimento come obiettivo principale della pena.

PENSIONI:

  • Ripristino del diritto alla pensione a 60 anni.

AGRICOLTURA:

  • Sviluppo di una agricoltura di qualità.
  • Sviluppo della pesca ecologicamente responsabile.
  • Alimentazione 100% biologica all’interno delle mense scolastiche.
  • Riduzione del 50% all’uso di pesticidi.

ALTRO:

  • Cessazione dell’espulsione dal territorio francese per chi non ha un alloggio.
  • Creazione di 5000 posti di ricercatore a partire dal 2012.
  • Legalizzazione del matrimonio tra due persone dello stesso sesso.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su