Operazione Interpol contro Anonymous Reviewed by Momizat on . L'Interpol ha arrestato 25 presunti membri del movimento Anonymus, sia in Europa che in Sud America, per la precisione Spagna, Argentina, Cile e Colombia. Immed L'Interpol ha arrestato 25 presunti membri del movimento Anonymus, sia in Europa che in Sud America, per la precisione Spagna, Argentina, Cile e Colombia. Immed Rating:
Home » Estero » Operazione Interpol contro Anonymous

Operazione Interpol contro Anonymous

L’Interpol ha arrestato 25 presunti membri del movimento Anonymus, sia in Europa che in Sud America, per la precisione Spagna, Argentina, Cile e Colombia. Immediata la ritorsione del gruppo: il sito dell’Interpol è irraggiungibile. E su Twitter, uno degli account riferibili al movimento spiega: “#Anonymous non è un’organizzazione criminale”.
L’Interpol in un comunicato ha dichiarato che i sospeti hanno tra i 17 e i 40 anni e sono accusati per aver pianificato cyber-attacchi contro siti web istituzionali dei partiti spagnoli, della presidenza colombiana, del ministero della difesa di Bogotà, contro la compagnia elettrica cilena Endesa e molti altri.
Questa retata arriva dopo e grazie al sequestro a metà febbraio di 250 apparecchiature, tra computer e telefonini, in oltre 15 città. Due server utilizzati dal gruppo sono stati bloccati.
Tra gli arresti in Spagna anche i presunti capi delle operazioni di Anonymous in Spagna e America Latina, di cui sono stati resi noti solo le iniziali e gli alias Thunder e Pacotron.
Ricomincia la guerra buoni contro cattivi. Il problema è che in questa lotta i buoni sono quelli che ben presto finiranno in galera.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.0/5 (2 votes cast)

Operazione Interpol contro Anonymous , 3.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su