Corea del Sud, troppi universitari: cala il Pil nazionale. Reviewed by Momizat on . Cosa succede quando in una nazione ci sono troppi studenti universitari? La Corea del Sud ce lo insegna. Infatti, secondo il giornale Asia Sentinel (riportato s Cosa succede quando in una nazione ci sono troppi studenti universitari? La Corea del Sud ce lo insegna. Infatti, secondo il giornale Asia Sentinel (riportato s Rating:
Home » Flash » Corea del Sud, troppi universitari: cala il Pil nazionale.

Corea del Sud, troppi universitari: cala il Pil nazionale.

Cosa succede quando in una nazione ci sono troppi studenti universitari? La Corea del Sud ce lo insegna. Infatti, secondo il giornale Asia Sentinel (riportato su Internazionale)ch e cita una ricerca del Samsung economic research foundation, l’86% dei diplomati delle scuole superiori del Paese si iscrive all’università, e gran parte di loro termina gli studi laureandosi.

Fin qui si potrebbe giudicare positivamente l’innalzamento del livello medio della formazione dei giovani. E invece questa cosa provoca ben altri problemi. Dal momento che un numero eccessivamente elevato di sudcoreani  (1 su 14) è uno studente universitario, ne deriva addirittura l’abbassamento di un punto percentuale del Pil. Contrariamente a quanto affermava su Repubblica.it Federico Rampini, che vedeva nell’elevato numero di studenti universitari un punto di forza dell’economia coreana.

Il 42% dei laureati è eccessivamente qualificato: se invece di intraprendere gli studi universitari avessero iniziato a lavorare, oggi il Pil sarebbe più alto, ecco perché il governo sta cercando di promuovere nuovi indirizzi tecnici e professionali. Per giunta, nel 2011 meno del 50% dei laureati dell’anno precedente aveva un lavoro fisso.

Insomma, la precarietà dei laureati non è solo un problema nostrano.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su