“Choosy” effetto boomerang: la Fornero caccia i giornalisti Reviewed by Momizat on . Chi  di “choosy” ferisce, di “choosy” perisce. Elsa Fornero è finita nella sua stessa trappola mediatica. Il Ministro del Lavoro, prima di prendere la parola a Chi  di “choosy” ferisce, di “choosy” perisce. Elsa Fornero è finita nella sua stessa trappola mediatica. Il Ministro del Lavoro, prima di prendere la parola a Rating:
Home » Consigliati » “Choosy” effetto boomerang: la Fornero caccia i giornalisti

“Choosy” effetto boomerang: la Fornero caccia i giornalisti

Chi  di “choosy” ferisce, di “choosy” perisce. Elsa Fornero è finita nella sua stessa trappola mediatica. Il Ministro del Lavoro, prima di prendere la parola a un incontro con avvocati e giuslavoristi , alla Fondazione Croce, a Torino, rivolgendosi ai giornalisti presenti in sala ha esordito con un “Per  favore uscite”. Ha provato a giustificarsi, motivando così il suo gesto: “Se mi scappa un errore, voi ci fate il titolo”. La riunione, che era stata regolarmente segnalata da qualche giorno sul sito del ministero, è diventata  improvvisamente off limits per la stampa. Non è servito neanche aspettare fuori per raccogliere qualche dichiarazione in più, perché il ministro ha pensato bene di cucirsi la bocca,lasciando giornalisti e fotografi a secco di notizie.

Lo stesso copione è stato portato in scena nel pomeriggio,all’incontro organizzato da “Muoviti per le novità” all’Unione industriale di Torino. Se in mattinata i giornalisti avevano tolto il disturbo senza obiettare, questa volta le cose sono andate diversamente. All’ennesima richiesta di far allontanare la stampa, un reporter si è alzato in piedi e ha difeso la sua categoria:“No, non ce ne andiamo, perché stiamo facendo il nostro lavoro”. Questa è stata la sua secca risposta. A questo punto la Fornero ha così replicato: “Va bene. Ma se è così sarò costretta a parlare molto più lentamente, perché dovrò pesare ogni parola. Ma saranno comunque gli errori a fare i titoli, perché purtroppo succede sempre così”. “Tu parli per 40 minuti e dici cose sensate e positive – ha continuato a lamentarsi il ministro -poi ti scappa una parola, e basta quella per fare il titolo, basta quella per determinare dibattiti che durano settimane”.

Elsa Fornero ha voluto bacchettare i giornalisti, accusandoli di travisare ogni sua parola, ingigantendo questioni di poco conto. Forse il ministro temeva  di incorrere in qualche altra gaffes  e quindi si è voluta cautelare mettendo fuorigioco la stampa. Purtroppo le è andata male. La prossima volta dovrà  fare meno  la “schizzinosa”. E se crede che   basti un suo errore  per fare un titolo, questa sua uscita poco elegante  farà sicuramente meglio: basterà a fare un articolo.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Commenti (1)

  • mattia

    Bell’articolo. Interessante il piglio ironico utilizzato all’inizio e in chiusura,utile perchè ti invoglia a procedere nella lettura.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    Rispondi

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su