Peninsula Valdès Reviewed by Momizat on . Ultima tappa del nostro inserto/itinerario argentina è la Riserva Faunistica della Peninsula Valdès. La miglior porta d’accesso alla riserva è la deliziosa Puer Ultima tappa del nostro inserto/itinerario argentina è la Riserva Faunistica della Peninsula Valdès. La miglior porta d’accesso alla riserva è la deliziosa Puer Rating:
Home » Inserti » Peninsula Valdès

Peninsula Valdès

Questo è l’articolo 7 di 8 articoli dell’inserto Argentina

Ultima tappa del nostro inserto/itinerario argentina è la Riserva Faunistica della Peninsula Valdès. La miglior porta d’accesso alla riserva è la deliziosa Puerto Nadry, sul cui porto potrete ammirare uno dei tramonti più belli di tutta l’Argentina. Raggiungibile in poco più di un’ora di macchina dal vicino aeroporto di Trelew (65 km a sud di Puerto Madryn), la città non è famosissima nel paese come destinazione balneare, ma da giugno a dicembre le sue acque si animano con il passaggio delle balene franche australi, che si spingono fino a vicino la costa permettendo di farsi avvistare dai più curiosi anche dal molo cittadino, senza bisogno di partecipare ad un’escursione organizzata in barca.

La crescita di Puerto Madryn è in rapida ascesa ed offre ottimi servizi per qualsiasi tipo di turista: chiunque ipotizzi un viaggio in Argentina la ritiene una tappa piacevole e convenientissima per la visita della riserva. Da qui partono tutte le gite – di una o più giornate – e le escursioni per quel paradiso terrestre che è la Peninsula Valdès.

Peninsula Valdès è una delle riserve faunistiche più belle e ben tenute del Sudamerica e, dichiarata Patrimonio dell’Unesco, viene visitata ogni anno da circa 80.000 persone. L’impressione che si ha appena si entra nei confini del vastissimo parco, è che qui la natura abbia il predominio sull’uomo, che siano solo ed unicamente flora e fauna le vere protagoniste, e l’uomo un semplice strumento al loro servizio.

 

 

Ed è proprio così che funziona in questa riserva: a piante ed animali vengono prestati la massima attenzione e rispetto, in tutti i 3600kmq di superficie e negli oltre 400km di linea costiera. La penisola offre ospitalità ad una delle colonie più vaste al mondo di Pinguini di Magellano, oltre a leoni ed elefanti marini, guanachi, nandù e numerosissime specie di uccelli marini. La vera attrattiva del luogo restano però le balene franche australi, una specie ancora oggi a rischio estinzione sebbene si siano fatti grandi passi avanti nella conservazione della specie. Le acque lungo il Golfo Nuevo, il Golfo San Josè e la Caleta Valdès, sono importanti zone di riproduzione per le balene, in particolare nel periodo tra giugno e metà dicembre.

Se il vento non vi spaventa, un’esperienza irrinunciabile è l’uscita in barca per l’avvistamento delle balene: sono animali molto socievoli e curiosi per natura, e saranno loro ad avvicinarsi per primi alla vostra imbarcazione. Ammirare da vicino uno di questi animali, con la loro coda enorme che muove centinaia e centinaia di litri d’acqua, è un’emozione unica.

Giunti alla fine di questo inserto, spero di aver fatto venire anche a voi un po’ di voglia di visitare questo paese straordinario: un viaggio in Argentina è un viaggio che vi resterà dentro, per sempre.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su