Intervista ai creatori di “Esclamazioni antiquate”, pagina rivelazione di Facebook. Reviewed by Momizat on . Messer Piero, Messer Ufotizio, presentatevi ai lettori. Cosa fate nella vita?  Messer Piero: Mi chiamo Piero Portelli, ho 28 anni, sono di Roma e mi sono laurea Messer Piero, Messer Ufotizio, presentatevi ai lettori. Cosa fate nella vita?  Messer Piero: Mi chiamo Piero Portelli, ho 28 anni, sono di Roma e mi sono laurea Rating:
Home » Articoli Vari » Intervista ai creatori di “Esclamazioni antiquate”, pagina rivelazione di Facebook.

Intervista ai creatori di “Esclamazioni antiquate”, pagina rivelazione di Facebook.

  • Messer Piero, Messer Ufotizio, presentatevi ai lettori. Cosa fate nella vita?

 Messer Piero: Mi chiamo Piero Portelli, ho 28 anni, sono di Roma e mi sono laureato da poco in Lingue e traduzione. Professionalmente mi sono sempre occupato di insegnamento privato, che svolgo da 6 anni, e di traduzione tecnica e letteraria. Nel tempo libero spesso suono il basso, strumento presente nella mia vita da ben 13 anni, solfeggio spartiti o studio teoria musicale. Mi piace suonare dal vivo, così come andare a sentire concerti degli altri, soprattutto blues o jazz. Un’altra mia grande passione è lo sport: mi piace correre, preferibilmente in mezzo al verde, così come il calcio – sia io sia Messer Ufotizio siamo romanisti, e spesso la domenica ci vediamo insieme la partita. Infine, amo molto viaggiare, cosa che attualmente faccio spesso perché la mia “damigella” vive in Emilia-Romagna.

 

Messer Ufotizio: Mi chiamo Fabrizio D’Amore, ho 28 anni e vivo a Ciampino. Nella vita di tutti i giorni faccio il Webdeveloper, mestiere che svolgo dal 2007 presso diverse aziende a Roma, sono musicista, suono batteria e percussioni con i Cavalieri Inefficaci ma anche con altri gruppi e amici dei Castelli Romani. Da anni infatti mi muovo sempre fra Roma e Marino per lavoro e per la musica e da circa un anno e mezzo si è aggiunta anche Milano fra le mete dopo che ho conosciuto Monna Rubinia, la mea consorte, dopo l’unica bevogia [una bevuta di cervogia, ovvero di birra, ndr] organizzata da me e Piero alla quale hanno partecipato numerosissimi sodali e che speriamo presto di poter riorganizzare.

 

 Messer Piero: Io e Fabrizio da sempre scherziamo adoperando espressioni o veri e propri gerghi ai limiti del demenziale, tra cui anche alcune esclamazioni, appunto antiquate, come “poffarbacco” o “sacripante”… figuriamoci, per me che coltivo studi linguistici è come un invito a nozze! Quando Fabrizio creò la pagina, nell’aprile 2010, mi rese subito amministratore, e sguinzagliai tutta la follia che avevo (e che ancora ho) in corpo creando una caterva di note, immagini, espressioni e acronimi che nel tempo, assieme a quelli di Fabrizio, sono diventati cavalli di battaglia della nostra pagina.

 

 Messer Ufotizio: L’idea della pagina mi è balenata per puro caso, scherzando come facevo sovente con Piero modificando le immagini. Mi diletto anche nella grafica e siccome era scoppiata la moda delle pagine Facebook, pensai di creare delle vignette in stile fumettistico dove facevo esclamare dei personaggi noti presi da film o altro in un italiano non consueto, aulico, anacronistico. L’effetto umoristico era immediato per il contrasto del soggetto con il testo, ma il mio intento finiva nel dilettare me stesso, Piero e qualche altro amico. Ma la condivisione di queste immagini e la partecipazione dei fan acquisiti che a loro volta adoperavano un lessico ricercato ha fatto tutto il resto, siamo diventati noti su Facebook e mano mano anche fuori da Facebook

 

  • Se non sbaglio avete anche creato una sorta di linguaggio particolare, una parodia di quello utilizzato nelle abbreviazioni degli sms. Cosa vogliono dire i vari ACR e ICSDI’?

Messer Piero: ACR significa Assai Copiose Risa, versione antiquata del “famigerato” LOL, Laughing Out Loud, mentre ICSDI’ è semplicemente l’onomatopea del pittogramma XD.

 

Messer Ufotizio: Quella di modificare le abbreviazioni in uso su internet è stata una idea di Piero, che ha anche elaborato un glossario.

 

  • Avete dimostrato che si può far ridere con un linguaggio aulico. Vi aspettavate un successo simile?

Messer Piero: Sapevamo che un modo simile di esprimersi, soprattutto sul web, in cui la lingua è in balia delle mode dei giovanissimi, non sarebbe passato inosservato. Ma sinceramente non ci aspettavamo un gradimento così alto. Dopo più di due anni mi sono fatto un’opinione in merito: prima, scrivere “xd”, “tvb”, “ciau” era una novità giovanile in controtendenza rispetto ai dettami della scuola. Ora lo fanno tutti, quindi è diventato la norma, e paradossalmente il nostro linguaggio è diventato controtendenza!

 

Messer Ufotizio: Assolutamente no, tant’è che l’attenzione che abbiamo suscitato ci ha colto anche alla sprovvista. Abbiamo sentito anche il peso di una certa responsabilità riguardo i fan, cercando di mantenere uno stile sempre originale e cercando soprattutto di essere politicamente corretti, dato che spesso condividere immagini con moltissime persone che a loro volta commentano ed esprimono opinioni porta a discussioni che possono andare facilmente fuori tema. Per cui ci concentriamo su una comicità semplice e diretta, perché il nostro unico obiettivo è il sollazzo.

 

  • Leggendo i vostri post e i vostri link, si capisce chiaramente che i vostri acerrimi nemici sono i “fallomarmocchi”…

Messer Piero: “Dici il vero!”. La continua presa in giro dei fallomarmocchi [traduzione “aulica” del gergale “bimbominchia” ndr] ha due aspetti: da una parte è una bonaria presa in giro degli adolescenti, che agli occhi di noi quasi-trentenni spesso sembrano un po’ ridicoli, così come noi a quell’età lo sembravamo agli occhi dei più grandi. Dall’altra parte, però, è anche una velata critica a chi tra quegli adolescenti è ridicolo sul serio, e non fa nulla per imparare qualcosa o migliorarsi dal punto di vista caratteriale e sociale.

 

Messer Ufotizio: Tra le nostre schiere, se così si possono chiamare, di sodali antiquati abbiamo persone che adorano il medioevo, l’antico, il linguaggio aulico, numerosi metallari, nerd di ogni tipo, per cui il fallomarmocchio non poteva che rappresentare la nemesi per eccellenza. Sono stati la fonte di ispirazione di due giochi web che ho sviluppato personalmente, ottimizzati per Chrome. Il primo, più semplice, si chiama AllaPugna, e consiste nel difendere il castello da uno “zerg rush” di fallomarmocchi. Il secondo, più complesso, si chiama SalvaRubinia, un platform dove l’odiato Justin Bieber, leader dei fallomarmocchi, rapisce Monna Rubinia e Messer Piero o Messer Ufotizio (a scelta del giocatore) superando diversi livelli e abbattendo diversi fallomarmocchi tenteranno di liberarla.

 

  • Oltre a Esclamazioni antiquate, vi dilettate pure nella musica suonando in un gruppo. E’ musica antiquata, o almeno in quello rientrate nella norma?

Messer Piero: Chiariamo subito un punto: noi non rientriamo MAI nella norma! A parte gli scherzi, il gruppo si chiama ICavalieriInefficaci ed è il prosieguo naturale dal vivo di Esclamazioni Antiquate, trattandosi di una compagine di quattro pazzi in abiti medievali. Suoniamo cover riarrangiate di brani famosi, italiani e non, di cui abbiamo modificato i testi sostituendo le parole con sinonimi aulici e antiquati. Il gruppo è composto da Immanuele lo Brigante alla voce, che cura anche gli aspetti recitativi e grafici; Conte Rodiberto alla chitarra, che cura molti arrangiamenti ed è un fenomeno nelle imitazioni; il sottoscritto al basso, che traduce quasi tutti i testi in “antiquato”, e infine Messer Ufotizio alla batteria, che da buon webmaster cura anche gli aspetti informatici.

 

Messer Ufotizio: L’idea del gruppo è nata quando su Esclamazioni antiquate abbiamo cominciato a modificare anche i nomi dei gruppi o i titoli di canzoni famose. Siccome siamo anche musicisti abbiamo provato a realizzare un progetto ambizioso, non sapevamo come avrebbe accolto il pubblico una cosa del genere, ma è stato proprio la reazione sorpresa e divertita di chi ci ascoltava e ci faceva i complimenti a fine concerto ad averci dato la motivazione di portare avanti il progetto. Siamo riusciti anche a partecipare alla edizione del 2012 di Italia’s Got Talent con una breveapparizione. Abbiamo ancora molto da fare, contiamo di realizzare un video, delle registrazioni e ovviamente di fare delle date anche fuori Roma.

 

  • Chiudiamo con il “the best of”: qual è il vostro link più bello che avete creato?

Messer Piero: Ne cito due, uno mio e uno di Ufotizio, che rispecchiano appieno i nostri stili: tendente al cervellotico il mio, semplice e più diretto quello di Ufotizio. Tra i miei metto al primo posto una sequenza di tre immagini della famosa pubblicità dell’Amaro Montenegro, in cui ho tradotto tutta la narrazione, che termina con “Aspro Moraltura: sapidità verace”. Tra quelli di Ufotizio, invece, prediligo l’immagine in cui il pugile sovietico Ivan Drago dice a Rocky “ti scindo doppio”.

 

Messer Ufotizio: I fan sanciscono quotidianamente quali siano le immagini più belle, personalmente resto legato alla primaimmagine in assoluto creata, ovvero la Luna con il razzo nell’occhio che esclama “Perdincibacco, che disdetta!”, tratta da un fotogramma del film del 1902 di Georges Méliès “Viaggo nella Luna”.

Una delle foto di Esclamazioni antiquate

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Intervista ai creatori di “Esclamazioni antiquate”, pagina rivelazione di Facebook., 5.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su