I neutrini non sono più veloci della luce: errore causato da un cavo? Reviewed by Momizat on . Pessima notizia per gli amanti della scienza e per gli scienziati. I neutrini non sono più veloci della luce. O almeno "molto probabilmente" non lo sono. Le mis Pessima notizia per gli amanti della scienza e per gli scienziati. I neutrini non sono più veloci della luce. O almeno "molto probabilmente" non lo sono. Le mis Rating:
Home » Scienze&Tecnologie » I neutrini non sono più veloci della luce: errore causato da un cavo?

I neutrini non sono più veloci della luce: errore causato da un cavo?

Pessima notizia per gli amanti della scienza e per gli scienziati. I neutrini non sono più veloci della luce. O almeno “molto probabilmente” non lo sono. Le misure rilevate nel settembre scorso sarebbero dovute ad un’anomalia nel funzionamento degli apparati utilizzati per misurare la velocità dei neutrini. L’anomalia negli strumenti di misura è stata scoperta dallo stesso gruppo di ricerca italiano dell’esperimento Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso),  nel quale un fascio di neutrini viene ‘sparato’ dal Cern di Ginevra ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica nucleare (Infn).

I ricercatori sono gli stessi che lavorano al rivelatore Operae. Il 23 settembre 2011, avevano notato una discrepanza di 60 nanosecondi tra la velocità dei neutrini e quella della luce, a vantaggio dei primi.

La rivista internazionale Science parla di un “errore” dovuto ad una “cattiva connessione” fra un cavo a fibre ottiche che collega al computer il ricevitore Gps utilizzato per misurare il tempo di percorrenza di neutrini. Dopo aver stretto la connessione, prosegue Science, i ricercatori hanno misurato il tempo impiegato dai dati a percorrere la lunghezza della fibra ottica ed hanno rilevato che questi venivano acquisiti 60 nanosecondi prima del previsto.

Poiché questo tempo viene sottratto al tempo complessivo di percorrenza dei neutrini, questa anomalia sembra spiegarne l’arrivo più rapido. Solo ulteriori dati potranno dare la conferma dell’errore.

Antonio Ereditato però insiste che questa non è la fine. Bisogna verificare se l’anomalia è avvenuta davvero e in che misura.  “Come abbiamo avuto i nostri dubbi all’inizio, li abbiamo ancora. Abbiamo lavorato intensamente per cerca la causa di questa anomali”, ha detto Ereditato riferendosi alle prime misure secondo cui i neutrini battevano la velocità della luce. “Abbiamo fatto, rifatto e ancora rifatto tutti i test possibili e ogni volta si imparava qualcosa di più. Abbiamo cercato a tappeto, esaminando tutti gli aspetti possibili, e alla fine abbiamo trovato due effetti”. Il primo riguarda la calibrazione dell’orologio atomico utilizzato nell’esperimento: una prima anomalia “a favore” delle misure di settembre, poiché in base ad essa i neutrini risultano essere più veloci. Il secondo effetto è invece in contraddizione con le misure di settembre: “é un effetto molto sottile, legato alla trasmissione del segnale dalla fibra ottica all’elettronica di acquisizione dei dati”.

In condizioni normali la connessione di questo cavo ha due stati: on e off. “Lo utilizziamo da anni e in passato ha sempre funzionato correttamente. Ma poi – ha spiegato Ereditato – è successo qualcosa per cui la connessione non era né accesa né spenta, ma in una posizione intermedia. Adesso – ha aggiunto – abbiamo il potenziale sospetto che questo effetto possa essere stato attivo mentre prendevamo i dati sui neutrini”.

L’universo nasconde gelosamente i suoi segreti. Quali saranno le prossime novità?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/5 (1 vote cast)

I neutrini non sono più veloci della luce: errore causato da un cavo?, 1.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su