Formula1: Raikkonen è tornato Reviewed by Momizat on . Un mito della Formula1 recente riconquista la vittoria ad Abu Dhabi. Kimi Raikkonen, per la prima volta dopo il suo ritorno nel Circus, avvenuto il 18 marzo di Un mito della Formula1 recente riconquista la vittoria ad Abu Dhabi. Kimi Raikkonen, per la prima volta dopo il suo ritorno nel Circus, avvenuto il 18 marzo di Rating:
Home » Sport » Altrisport » Formula1: Raikkonen è tornato

Formula1: Raikkonen è tornato

Un mito della Formula1 recente riconquista la vittoria ad Abu Dhabi. Kimi Raikkonen, per la prima volta dopo il suo ritorno nel Circus, avvenuto il 18 marzo di quest’anno in Australia, torna sul gradino più alto del podio, a coronare una stagione fatta di grandi risultati, tutti positivi. Dal suo rientro ha infatti tagliato il traguardo ad ogni gara, andando sempre a punti, tranne una sola volta.
Esce matematicamente fuori dai giochi per il titolo mondiale, a due gare dal termine del campionato, ma rimane terzo nella classifica piloti a 198 punti. La lotta è destinata a consumarsi soltanto tra Fernando Alonso e Sebastian Vettel, rispettivamente 2° e 3° all’arrivo.
E’ stata una partenza mozzafiato per i piloti di testa, con un gran Lewis Hamilton che ha mantenuto fermamente la sua posizione, scattando dalla Pole, e un Raikkonen che, dalla quarta griglia, scavalca Webber in volata e va a prendersi, già alla prima curva, la seconda posizione.
Anche Fernando Alonso scatta bene, infilzando anch’egli l’australiano della Red Bull, e portandosi quarto, alle spalle di Maldonado.
Male per Vettel, che ha dovuto cominciare la sua gara dai Box, a seguito di una penalità; sarà poi protagonista di un’incredibile rimonta, nonostante un inaspettato pit stop al tredicesimo giro, per sostituire un’alettone danneggiato dopo un contatto con un pannello di polistirolo.
Hamilton prosegue la sua gara in testa fino al 35esimo giro, quando un problema alla sua vettura lo costringe a rallentare e fermarsi, lasciando il comando al finlandese della Lotus, Kimi Raikkonen.
La gara mette in luce un Vettel carico e pronto a dar battaglia, che piano piano si porta in zona punti, favorito dai vari ritiri ed incidenti degli altri piloti. Approfitta soprattutto del rientro ai box, forte del cambio gomme avvenuto al tredicesimo giro, per portarsi pericolosamente vicino a Raikkonen, in seconda posizione.
A sedici giri dalla fine ha inizio una nuova corsa, causata dall’ingresso della Safety Car, che farà ripartire la gara quando di giri ne mancheranno 13.
Secondo allora c’è Alonso, impegnato ad inseguire Raikkonen a suon di giri veloci, poi Button e Vettel che continuano a darsi battaglia, finchè il tedesco, a 3 giri dalla bandiera a scacchi, non effettua un sorpasso degno di nota che lo porta di diritto sul podio.
Fernando tenta di strappare il gradino più alto al finnico dando il tutto per tutto, ma la distanza tra la Lotus e la Ferrari è sufficiente perchè le posizioni, nel finale, rimangano invariate.
Va a chiudersi uno dei gran premi più belli della stagione, sia perchè ha ridato luce ad un campione con una meritata vittoria, aspettata da tempo, sia per il talento e il fantastico show che tutti i piloti ci hanno regalato un giro dopo l’altro.
Tra due settimane, invece, si vola per la prima volta ad Austin, penultima tappa del mondiale 2012, dove si prospetta una battaglia all’ultima curva tra Vettel ed Alonso, divisi in classifica da soli 10 punti.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su