Quando Churchill ammirava Mussolini… Reviewed by Momizat on . 1927, Churchill (allora Cancelliere dello scacchiere) è in visita in Italia. Intervistato da alcuni giornalisti ammette: "Se io fossi stato italiano sarei stato 1927, Churchill (allora Cancelliere dello scacchiere) è in visita in Italia. Intervistato da alcuni giornalisti ammette: "Se io fossi stato italiano sarei stato Rating:
Home » Storia » Quando Churchill ammirava Mussolini…

Quando Churchill ammirava Mussolini…

1927, Churchill (allora Cancelliere dello scacchiere) è in visita in Italia. Intervistato da alcuni giornalisti ammette: “Se io fossi stato italiano sarei stato sinceramente fascista“. E non solo. Per il fututr Premier britannico era “evidente a chiunque che egli (Mussolini) pensa soltanto al bene duraturo del popolo italiano.

Il motivo? In quegli anni il vero nemico non era l’autoritarismo fascista, né tanto meno si cercava di esportare la democrazia. Ciò che l’Europa liberale e conservatrice temeva era il comunismo, che Mussolini salendo al potere era riuscito a sopprimere nella penisola: “L’Italia ha dimostrato – proseguiva Churchill – che c’è un modo per combattere le forze sovversive spingendo il popolo a difendere la stabilità delle società civilizzate”.

Solo tra 1938 e ’39 la Germania nazista sarebbe diventata il nemico n.1 dell’Europa. Fino a quel tempo, anche Hitler (al potere dal 1933) era tollerato in funzione anticomunista.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su