2013??? Oltre 300 feriti a causa dei botti di Capodanno!! Reviewed by Momizat on . Capodanno è un giorno speciale, fatto apposta per riunirsi e festeggiare con chi ci è più caro, per aspettare la conclusione di un ciclo fatto di 365 giorni, co Capodanno è un giorno speciale, fatto apposta per riunirsi e festeggiare con chi ci è più caro, per aspettare la conclusione di un ciclo fatto di 365 giorni, co Rating: 0
Home » Articoli Vari » 2013??? Oltre 300 feriti a causa dei botti di Capodanno!!

2013??? Oltre 300 feriti a causa dei botti di Capodanno!!

Capodanno è un giorno speciale, fatto apposta per riunirsi e festeggiare con chi ci è più caro, per aspettare la conclusione di un ciclo fatto di 365 giorni, composto da speranze, delusioni, amari rimpianti e felici gioie, che, trascorrono, nei nostri ricordi, mentre il ticchettio dell’orologio, intanto, raggiunge la meta che delinea l’inizio di una nuova pagina di vita, con la prospettiva che sia migliore rispetto alla precedente, condita da tanti buoni propositi che fanno capolino. Ma, come tutte le belle feste, che decorano le nostre tradizioni, spunta fuori anche il lato negativo della medaglia e in questa situazione, riguarda la pericolosità dei “botti di Capodanno” che, nonostante i loro gioiosi colori e frastuoni, stroncano o feriscono delle vite umane. Questo inizio 2013, ad esempio, vede un elenco di oltre 361 feriti in tutta Italia, con anche due morti che, concludono l’ amara lista, tra cui un uomo che è rimasto ucciso a Caserta e un altro che ha perso la vita nel Beneventano. Il primo dei due, era un ristoratore, Pasquale Zacchia e aveva 51 anni, originario di Pontelatone, ed è morto per le gravi ferite al capo procurategli dall’esplosione di un botto. La seconda vittima è Antonio Serino, imprenditore edile 49enne di San Martino Sannita, colpito al volto da un razzo. Molte vittime, quindi, fanno da contorno alla notte di San Silvestro, nonostante siano di meno rispetto l’anno precedente, che ne registrava ben oltre 500. E ancora in Campacapodannonia due morti e 107 feriti, tra Napoli e provincia 82, nel Salernitano 12, tra cui alcuni minorenni; un ferito grave in Calabria, originario romeno di 26 anni, che tra i festeggiamenti generali è rimasto gravemente ferito da un colpo di fucile a San Costantino Calabro, nel Vibonese.  Situazione non certo migliore anche  in Basilicata, dove, sono state due, le persone ferite, anche se lievemente, dallo scoppio di petardi: una, di Avigliano (Potenza), ha riportato una ferita al pollice; l’altra, di Genzano di Lucania (Potenza), a un occhio. Situazione simile anche a Foggia, dove un uomo ha perso una mano; e ancora nove feriti a Catania e tre nel Milanese: un bambino di 11 anni, di origine nomade, ha perso tre dita ed è rimasto ferito ad altre due, per aver raccolto un petardo inizialmente inesploso. A Paderno Dugnano (Milano), inoltre, un uomo è rimasto ferito al volto, ma non si troverebbe in pericolo di vita. Anche nel Lazio le cose non sono andate meglio e infatti due persone, sono rimaste ferite in due diversi episodi a Roma, dopo aver raccolto dei petardi inesplosi. Anche una donna di 78 anni ha subito l’amputazione di due dita dopo aver raccolto un botto inesploso nel cortile di un palazzo in viale Alessandrino, mentre stava facendo le pulizie e spazzando a terra.
Sempre a Roma, un romeno è stato soccorso in ospedale con gravissime ferite alla mano per un petardo esploso in via della Serenissima. A Bagni di Tivoli, alle porte della Capitale, un padre con il figlio di 12 anni sono stati soccorsi in codice rosso e portati in ospedale a Tivoli per lesioni alle mani e al volto.

Leggendo queste notizie non sembra che il 2013 sia arrivato con un sorriso gratuito per tutti, ma è anche vero che le persone, a volte, cercano volontariamente di farsi del male, per il semplice gusto di divertirsi e trovare la trasgressione nelle banalità più assurde, altre volte invece no, succede e basta, per questo motivo, speriamo, che nel corso del tempo, le cose vadano meglio e che si registri una nuova speranza di luce in un mondo ricco di difficoltà!

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su