Quattro neofascisti tra gli eletti del Movimento 5 Stelle Reviewed by Momizat on . L'avvocato Vincenzo Forte, dirigente Msi e Unione patriottica, ed elettore del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, ha affermato la presenza di almeno quattro ne L'avvocato Vincenzo Forte, dirigente Msi e Unione patriottica, ed elettore del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, ha affermato la presenza di almeno quattro ne Rating: 0
Home » Cronaca » Quattro neofascisti tra gli eletti del Movimento 5 Stelle

Quattro neofascisti tra gli eletti del Movimento 5 Stelle

L’avvocato Vincenzo Forte, dirigente Msi e Unione patriottica, ed elettore del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, ha affermato la presenza di almeno quattro neofascisti tra gli eletti del Movimento alle ultime elezioni. Nessun nome dei presunti camerati è ancora stato reso ufficiale, ma l’avvocato afferma che si tratta di un senatore, di due deputati e di un consigliere regionale in Lombardia. Tutti i quattro eletti avrebbero militato nella Fiamma tricolore di Pino Rauti fino al 2002 e poi, in seguito, avrebbero mantenuto i contatti con l’area della destra radicale, con gli ambienti culturali come il Centro studi Polaris di Gabriele Adinolfi, il Movimento Zero di Massimo Fini e il comitato Destra per Milano di Roberto Jonghi Lavarini.
Vincenzo Forte spiega di “un fenomeno molto ampio, profondo e radicato” che va al di là dei singoli casi isolati e che, secondo lui, si tratta di “una precisa strategia di intrusione nel movimento grillino, attentamente studiata e organizzata, a tavolino, e portata avanti, nella massima riservatezza e discrezione, da alcuni gruppi neofascisti locali, legati all’ex capo carismatico di Avanguardia nazionale, Stefano Delle Chiaie”.017737-beppegrillo

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su