Sars……Nuovo pericolo in vista? Reviewed by Momizat on . Ne abbiamo viste tante, soprattutto se si parla di epidemie, come l’eclatante caso della Mucca Pazza, l’Aviaria, la Suina, per non parlare della Sars….. e crede Ne abbiamo viste tante, soprattutto se si parla di epidemie, come l’eclatante caso della Mucca Pazza, l’Aviaria, la Suina, per non parlare della Sars….. e crede Rating: 0
Home » Consigliati » Sars……Nuovo pericolo in vista?

Sars……Nuovo pericolo in vista?

Ne abbiamo viste tante, soprattutto se si parla di epidemie, come l’eclatante caso della Mucca Pazza, l’Aviaria, la Suina, per non parlare della Sars….. e credere che ormai, i nostri anticorpi, fossero sufficientemente pronti ad affrontare qualunque altra nuova minaccia avesse cercato di aggredire il nostro corpo, non era alla mercè del folklore mediatico, ma sicuro nelle nostre convinzioni…  e invece, come dice anche un vecchio detto: “ a volte ritornano!”. Ciò che infatti, in questi giorni sta facendo il giro del web,  dei giornali e dellnuova sarse tv, è niente popò di meno che una nuova ondata di SARS, una forma atipica di polmonite apparsa per la prima volta nel novembre 2002 nella provincia del Guangdong (Canton) in Cina, poi diffusasi rapidamente nel mondo, provocando non poche vittime e oggi a distanza di anni, in cui si credeva di averla debellata, ecco comparire all’orizzonte sanitario e ospedaliero, nuovi casi; infatti sono una decina le persone risultate positive al test per la NUOVA SARS, anche se con particolare a sintomaticità. Infatti coloro che sono stati sottoposti al tampone faringeo, non sono stati ricoverati, ma obbligati a rimanere a casa in osservazione;  questo è quanto dichiarato dal professor Alessandro Bartoloni, responsabile del reparto malattie infettive dell’Aou di Careggi. Sono buone anche le condizioni dei tre pazienti ricoverati e messi in isolamento nei giorni scorsi. Intanto continuano i prelievi del sangue, a chiunque fosse entrato in contatto con i possibili infetti, nonostante i sintomi non siano evidenti. Non solo i test sulle persone continuano ad andare avanti, ma medici e ricercatori, hanno nuovamente portato la loro attenzione su questo fenomeno che, sembra essersi modificato “geneticamente”, in quanto inizialmente conosciuto come un virus in lenta diffusione e con una grande rapidità nel contagiare, mentre ora sembra agire diversamente.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su