Zampi: “Sono finito”! Un killer disperato. Reviewed by Momizat on . Andrea Zampi, 42 anni, questo il nome dell’imprenditore, che nella giornata del 6.03.2013, ha fatto irruzione nel Palazzo della Regione a Perugia (Umbria), ucci Andrea Zampi, 42 anni, questo il nome dell’imprenditore, che nella giornata del 6.03.2013, ha fatto irruzione nel Palazzo della Regione a Perugia (Umbria), ucci Rating: 0
Home » Cronaca » Zampi: “Sono finito”! Un killer disperato.

Zampi: “Sono finito”! Un killer disperato.

Andrea Zampi, 42 anni, questo il nome dell’imprenditore, che nella giornata del 6.03.2013, ha fatto irruzione nel Palazzo della Regione a Perugia (Umbria), uccidendo due impiegate, una di 61 anni e la segretaria di quest’ultima, per poi uscire e suicidarsi a sua volta. La disperazione, trasformatasi in pazzia, secondo la ricostruzione dei fatti, sembra sia stata dovuta a un prestito negatogli precedentemente.

L’uomo, che si è tolto la vita, per via della profonda crisi lavorativa in cui versava, senza aver più concretcarabinieriamente la somma del finanziamento che gli era stata promessa, conseguenza anche della  strage fatta, sembra lavorasse nel campo della moda, ed entrando negli uffici regionali, ha raggiunto l’assessorato ai Servizi Sociali, sparando molti colpi di pistola, con la semi-automatica di sua proprietà – una Beretta 9mm –  uccidendo delle persone, spaventandone altre e attirando l’attenzione di molti dipendenti.

In base a voci e testimonianze, sembra, che Zampi, non navigasse nell’oro in quest’ultimo periodo, è stato infatti intervistato, poco tempo fa, da alcuni studenti della scuola di Giornalismo Rai, manifestando la sua forte preoccupazione per il finanziamento negato e la rispettiva somma di 160 mila euro che, inizialmente, gli era stata accreditata e poi sospesa. In questa intervista, le parole che maggiormente sono pesate come macigni, forse come preavviso di una strage alle porte, sono state:  <<Sono finito!>>.

L’imprenditore aveva lasciato scritto un testamento, dove chiedeva di essere cremato. Tutto questo ha portato gli investigatori a collegare i vari elementi, non escludendo la possibilità che, forse, il piano di Zampi fosse premeditato, per uscire da quella spirale senza fine chiamata ROVINA.

Ovviamente le indagini sono ancora in corso.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su