Da professore a politico:la metamorfosi di Monti Reviewed by Momizat on . Se il personaggio de "La Metamorfosi” di Franz Kafka si risvegliò una mattina nelle sembianze di uno scarafaggio, Mario Monti allora può ritenersi davvero fortu Se il personaggio de "La Metamorfosi” di Franz Kafka si risvegliò una mattina nelle sembianze di uno scarafaggio, Mario Monti allora può ritenersi davvero fortu Rating: 0
Home » Consigliati » Da professore a politico:la metamorfosi di Monti

Da professore a politico:la metamorfosi di Monti

Se il personaggio de “La Metamorfosi” di Franz Kafka si risvegliò una mattina nelle sembianze di uno scarafaggio, Mario Monti allora può ritenersi davvero fortunato. La metamorfosi non ha mutato il suo aspetto,ma ha cambiato l’opinione pubblica nei suoi confronti. Chi l’avrebbe detto che da una cattedra a una poltrona in Parlamento il passo sarebbe stato così breve? Monti ha seguito alla lettera l’insegnamento del “carpe diem”. Non curante delle contraddizioni  lasciate dietro di sé,è andato  avanti per la sua strada ed è “salito” in politica. Dopotutto bisogna battere il ferro finché è caldo. E il Professore lo sa bene.

mario-monti-presenta-la-sua-lista-civicaLa sua candidatura e la presentazione della sua lista “Scelta civica” stonano con quanto affermato nei mesi precedenti. Stando alle sue parole,la sua carriera politica sarebbe dovuta terminare in concomitanza con il suo ruolo di tecnico del Governo. Così non è stato. E stridono anche le sue decisioni prese in materia di tasse. Dopo tagli alle pensioni,rincari e nuove imposte,il premier ora si mostra disposto a diminuire la pressione fiscale,riducendo anche l’IMU. Come mai questo cambiamento di rotta? Non sarà mica la solita tattica pre-elettorale? Monti asserisce di essere stato costretto ad aumentare le tasse,perché “alcuni irresponsabili hanno portato a quella situazione” finanziaria,ma ora che il Paese è salvo, c’é una prospettiva di “riduzione graduale delle tasse”. In un’intervista a Tgcom24 spiega di non essere più super partes,ha deciso di scendere dal piedistallo perché il suo posto è con “la gente comune che ha molta diffidenza  della politica”. Caro Professore,se c’è diffidenza è perché è l’unica alternativa che voi “politici” ci offrite.

VezzaliAnche Monti non si è voluto sottrarre alla tendenza politica del momento,ovvero quella di inserire personaggi famosi nella propria lista. In parole povere,una vetrina per attirare più voti. Tra i candidati compare anche la schermitrice e olimpionica,Valentina Vezzali. La curiosità non si limita solo a questo. Nel 2008,nel corso di una puntata di Porta a Porta,la campionessa italiana porse in omaggio a Silvio Berlusconi un fioretto personalizzato. Con l’occasione lodò il Cavaliere dicendo:” Credo che grazie a persone come lei possiamo sperare di andare avanti, di risolvere i problemi e di potercela fare”. Ora,invece, afferma di aver deciso di far parte della squadra di Mario Monti,perché lo trova “una persona seria, che crede nella famiglia, nei valori come l’etica e la morale e credo possa veramente fare qualcosa per risollevare le sorti dell’Italia. Ci siamo sentiti giorni fa – ha detto all’ANSA la sportiva – e ci siamo visti stamattina a Roma. E’ bastata una stretta di mano”. Povero Silvio. E’stato colpito a tradimento. Eppure il complimento ardito rivoltogli dalla Vezzali , nella consegna del fioretto, “da lei mi farei veramente toccare …” lasciava ben sperare. Invece è stata solo una (s)toccata e fuga.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su