Grace Kelly: il film girato sulla sua vita, una delusione per i reali! Reviewed by Momizat on . Quale donna, almeno una volta nella vita, non ha desiderato essere una principessa, avvolta nella magia che, incantevoli castelli e fluenti reami, fanno di giov Quale donna, almeno una volta nella vita, non ha desiderato essere una principessa, avvolta nella magia che, incantevoli castelli e fluenti reami, fanno di giov Rating: 0
Home » Articoli Vari » Grace Kelly: il film girato sulla sua vita, una delusione per i reali!

Grace Kelly: il film girato sulla sua vita, una delusione per i reali!

Quale donna, almeno una volta nella vita, non ha desiderato essere una principessa, avvolta nella magia che, incantevoli castelli e fluenti reami, fanno di giovani creature, raffinate dame. Meravigliosi capelli biondi, occhi profondi come il mare, una bellezza senza limiti nella sua casta esistenza, questo è il ritratto di una donna che, ha potuto godere, del famoso finale – anche se non per la tragica fine – attribuito a ogni fiaba principesca : “ E vissero tutti felici e contenti”.  Il suo nome,Grace Kelly 1954 era Grace Kelly e nacque a Philadelphia, vivendo la sua prima fase della vita in una famiglia felice e serena, nonostante era una delle più importanti della città. Grace aveva ben saldo come prototipo di modello da seguire, suo padre, campione di canottaggio e principale protagonista del carisma, di cui Grace, impersonificava lo stampo caratteriale.

La futura principessa, iniziò la carriera cinematografica nonostante l’opposizione della famiglia e grazie alla sua bellezza, considerata a uno dei posti  più alti nella classifica, tra le donne più note del mondo e a soli 22 anni, ottenne la sua prima parte. Fu nel famoso film “ Il cigno nero”, dove, interpretando il ruolo di una principessa, stava proiettando se stessa – non sapendolo – in una realtà che non sarebbe stata troppo lontana, sposando il  principe Ranieri III di Monaco. Il suo matrimonio, segnò il definitivo ritiro dalle scene della futura principessa. La fede cattolica e l’abilità nel crescere i bambini furono i fattori principali per cui Ranieri la scelse come sposa.  Nonostante una vita serena, la principessa  rimase vittima di un incidente stradale, nel 1982, in cui, perse tragicamente la vita.

A distanza di poco più di 30 anni, qualcuno, ha deciso di far assaporare al mondo, di nuovo, il brivido del ricordo della vita, di una grande donna, attrice e reale; il regista in questione è Olivier Dahan, che a Hollywood,  al suo fianco, ha voluto, la grande Nicole Kidman, nel ruolo della defunta principessa,  ma a quanto pare la pellicola non ha suscitato l’entusiasmo sperato nei reali di Montecarlo, i quali hanno dichiarato: <<una pagina riscritta e inutilmente resa glamour». E ancora: «Contiene gravi inesattezze storiche e una serie di scene di pura finzione >>.  I figli della grande diva, hanno fatto presente, inoltre,  che la produzione non ha voluto prendere in considerazione neanche le molte domande fatte dagli stessi, per apportare modifiche alla sceneggiatura. Le incomprensioni e i cattivi umori, sarebbero suscitati per l’impostazione del film, girato nel grace kelly’62, quando viene immaginata una donna che per dovere di madre e di obblighi di Stato, rinuncia al suo sogno di ritornare a cavalcare le scene. In realtà , sembra che le cose, non stessero proprio così,  in quanto Grace Kelly, aveva preso di nuovo in considerazione l’idea  di tornare a recitare per il cinema, ma qualcosa, anche se non si sa bene cosa, non le permise di portare a compimento questo suo desiderio. Poco prima della sua morte, infatti, Grace, stava lavorando ad un nuovo film, Rearranged di Robert Dornhelm, e il principer Ranieri, non volle che il film, dopo la sua morte, del quale era stata girata già oltre un’ora, fosse distribuito. La pellicola che è stata invece girata tra Costa Azzurra, Liguria e Parigi, uscirà nelle sale cinematografiche nel 2014.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su