Cori razzisti:il Milan sospende un’amichevole Reviewed by Momizat on . Doveva essere una partita amichevole,quella tra Milan e Pro Patria,ma di amichevole c’è stato ben poco. Allo stadio Speroni di Busto Arsizio,dopo poco il ventic Doveva essere una partita amichevole,quella tra Milan e Pro Patria,ma di amichevole c’è stato ben poco. Allo stadio Speroni di Busto Arsizio,dopo poco il ventic Rating: 0
Home » Sport » Calcio » Cori razzisti:il Milan sospende un’amichevole

Cori razzisti:il Milan sospende un’amichevole

milan_razzismo_pro_patriaDoveva essere una partita amichevole,quella tra Milan e Pro Patria,ma di amichevole c’è stato ben poco. Allo stadio Speroni di Busto Arsizio,dopo poco il venticinquesimo  minuto di gara, il Milan ha lasciato il campo a causa di insistenti cori razzisti nei confronti di alcuni giocatori rossoneri. Nel mirino dei tifosi della Pro Patria,squadra locale che milita in LegaPro, sono finiti Muntari,Emanuelsson,Niang e soprattutto Boateng,che di certo non le ha mandate a dire. Dopo l’ennesimo “buuu”,il ghanese ha scagliato il pallone contro la rete di recinzione all’indirizzo degli ultras della squadra di casa, per poi imboccare subito la strada verso gli spogliatoi seguito dall’intera squadra. Scelta clamorosa quella del Milan di abbandonare la partita a un quarto d’ora dalla fine del primo tempo. Il tecnico rossonero,Massimiliano Allegri,ha mostrato il suo rammarico per l’accaduto,lasciando una breve dichiarazione:“Avremmo voluto giocare con tranquillità, ma dopo quanto accaduto i ragazzi erano arrabbiati e non hanno più voluto tornare in campo”.

La questura di Varese ha annunciato di aver già “individuato tutti i soggetti collocati nel settore da cui sono provenuti i cori nei confronti dei giocatori di colore del Milan” e sono in corso le valutazioni delle responsabilità personali  “sia dal punto di vista penale che amministrativo”. Pare che gli insulti siano partiti da un settore dello stadio occupato da un gruppo di 200 ultrà,già responsabili in passato di tafferugli e di disordini.  L’episodio, in sé vergognoso, è servito a dare un segnale forte,perché certe cose non devono essere subite passivamente. Pensiero condiviso dal segretario della Lega Nord,Roberto Maroni,che ha scelto Twitter per commentare la vicenda:”Cori razzisti contro i giocatori di colore del Milan:una vergogna. Bravo Allegri,giusto ritirare la squadra”.

BoatengTwitter--180x140La notizia ha fatto il giro del mondo e i commenti non si sono fatti attendere,soprattutto sui social network. Il diretto interessato,Kevin Prince Boateng ,ha così twittato:”Peccato che queste cose accadano ancora”;mentre la sua fidanzata,Melissa Satta, ha invitato alla vergogna “gente che non merita niente”. Dall’estero sono arrivati anche dei complimenti per la scelta di interrompere la partita,in particolar modo Vincent Kompany,capitano del Manchester City, ha tenuto a sottolineare di voler rendere “onore alla decisione del Milan di lasciare il campo” anche perché “ho notato che la maggior parte dei tifosi è stata assolutamente solidale con i giocatori”. Un invito alla solidarietà nei confronti del giocatore rossonero è giunto da Fiorello, che ha così scritto: “Noi di @edicolafiore ti abbracciamo forte e ti chiediamo scusa per quei quattro deficienti…”.

Chi ha avuto qualcosa da ridire in merito a questa vicenda è stato il sindaco di Busto Arsizio, Gigi Farioli. La reazione da parte del Milan gli è sembrata impropria tanto quanto il comportamento del giocatore ghanese.” Ha calciato il pallone a 200 all’ora su tifoso, e sappiamo tutti che un fallo di reazione di un professionista è sanzionato molto peggio rispetto a un fallo di gioco e che in qualunque altro stadio d’Italia sarebbe stato espulso. Ma se fosse stato al Bernabeu o a San Siro non avrebbe avuto questa reazione impropria”- ha così dichiarato il primo cittadino di Busto.

Se neanche un’amichevole può essere disputata tranquillamente,cos’altro dovremmo aspettarci? Fatto sta che nel 2013 questi atteggiamenti che incentivano il razzismo non devono e non possono essere tollerati. Siamo stufi di far finta di non vedere e di non sentire.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su