Il rompicapo delle panchine Reviewed by Momizat on . Ad una sola giornata dalla fine del campionato, sembrano davvero imprevedibili gli sviluppi che potrà avere il "mercato-allenatori", almeno per quanto riguarda Ad una sola giornata dalla fine del campionato, sembrano davvero imprevedibili gli sviluppi che potrà avere il "mercato-allenatori", almeno per quanto riguarda Rating: 0
Home » Sport » Calcio » Il rompicapo delle panchine

Il rompicapo delle panchine

Ad una sola giornata dalla fine del campionato, sembrano davvero imprevedibili gli sviluppi che potrà avere il “mercato-allenatori”, almeno per quanto riguarda alcune tra le società più importanti del nostro campionato. Se da una parte infatti è abbastanza prevedibile che Antonio Conte non si muoverà da Torino – di pochi giorni fa l’incontro determinante con il presidente della Juventus, Andrea Agnelli – e che Vincenzo Montella resterà alla Fiorentina almeno per un altro anno, dall’altra la questione è molto più complessa, a giudicare da un tourbillon di dichiarazioni, indiscrezioni e notizie che pericolosamente insidiano la posizione di chi vorrebbe semplicemente capirci qualcosa di più.

Nell’occhio del ciclone è finito prima di tutti Walter Mazzarri, contratto in scadenza a giugno con il suo Napoli, e che non disdegnerebbe l’idea di cambiare aria, dati i rapporti piuttosto burrascosi con il presidente De Laurentis. Per lui ha sondato il terreno la dirigenza della Roma, e Mazzarri avrebbe confermato il suo gradimento  per la squadra della capitale, ma avrebbe anche chiesto del tempo per riflettere sull’offerta. La sensazione è che il tecnico livornese abbia intenzione di rimanere alla finestra, per attendere fino all’ultimo momento un’eventuale offerta di Massimo Moratti, il presidente dell’Inter che ha espresso di recente le sue incertezze sul futuro di Andrea Stramaccioni, l’attuale tecnico nerazzurro.

Per non rimanere con il proverbiale “cerino in mano” i dirigenti della Roma si sarebbero mossi per tenere in caldo anche un secondo nome, quello di Massimiliano Allegri, che avrebbe intenzione di rimanere al Milan, ma con un contratto rinnovato. Nei giorni passati però le voci su un eventuale passaggio di Allegri alla Roma si sono fatte sempre più insistenti, soprattutto a causa dell’ennesima dichiarazione del presidente Berlusconi nei confronti del suo tecnico: “Andrà alla Roma: l’annuncio dopo Siena”. Sembrerebbe una di quelle dichiarazioni che non danno adito a dubbi, ma il presidente del Milan non sarebbe nuovo a boutades di questo genere. Sta di fatto che sia il d. g. Adriano Galliani, che la quasi totalità della squadra si sono schierati dalla parte del tecnico, che in caso di partenza non avrebbe intenzione di sedere sulla panchina del Napoli.

I dirigenti della squadra partenopea, nel frattempo, stanno analizzando profili di diversi allenatori, tra i quali De Laurentis sceglierà il tecnico degli azzurri per la prossima stagione: si parla di Francesco Guidolin – che difficilmente lascerebbe una piazza tranquilla come quella di Udine – e di Rafa Benitez, reduce dall’ importante trionfo in Europa League con quello che da giugno non sarà più il suo Chelsea, ma che diventerà con ogni probabilità nuovamente quello di Mourinho.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)

Il rompicapo delle panchine, 4.5 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su