Il Paese della giustificata illegalità Reviewed by Momizat on . Un carabiniere ha ammazzato un ragazzo a Napoli. Leggendo vari commenti su questo episodio, un signore napoletano faceva notare: "Come mai quando è un carabinie Un carabiniere ha ammazzato un ragazzo a Napoli. Leggendo vari commenti su questo episodio, un signore napoletano faceva notare: "Come mai quando è un carabinie Rating: 0
Home » Cronaca » Il Paese della giustificata illegalità

Il Paese della giustificata illegalità

Un carabiniere ha ammazzato un ragazzo a Napoli.
Leggendo vari commenti su questo episodio, un signore napoletano faceva notare: “Come mai quando è un carabiniere ad ammazzare qualcuno ci sono centinaia di testimoni e quando lo fa la mafia nessuno ha visto mai niente?” Aggiungerei: perché la maggior parte delle volte in nessuno dei due casi si riesce ad avere una veloce e veritiera giustizia, si tratti di mafia o di carabiniere assassino? E’, a mio parere, questo il frutto di decenni di totale assuefazione all’illegalità diffusa che ci hanno portato a liquidare questi casi come semplici tragedie o al contrario, senza aspettare nessun tipo di indagine, ci fanno gridare e strepitare “Stato assassino qui non ti vogliamo.”
E’ ancora possibile difendere un carabiniere che ha ammazzato un giovane disarmato e inerme con un proiettile accidentale, ma così tanto preciso da far sorgere un legittimo dubbio sulla sua accidentalità?
E’ ancora possible che si possa accogliere a giustificazione del ragazzo «guidava uno scooter non suo, che non era assicurato e non aveva il patentino. Forse voleva evitare il sequestro del mezzo, forse si è spaventato e per questo non si è fermato”.
Ed è così che, per combattere l’illegalità si commette altra illegalità, accusando coloro che hanno compiuto l’illegalità, in questo caso omicidio colposo o volontario che sia, difendendosi che la propria illegalità non era poi così grave e che quindi non si ha colpa.
Intanto, nell’Italia dell’illegalità un ragazzo di diciassette anni è morto ingiustamente e un ragazzo di ventidue vivrà il resto dei suoi giorni sapendo di aver ucciso un uomo, sia esso stato un atto volontario o involontario.
Viviamo nel Paese della giustificata illegalità.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)

Il Paese della giustificata illegalità, 4.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su