C’è un limite di taglia in questa società Reviewed by Momizat on . "I disordini alimentari, di cui anoressia e bulimia nervosa sono le manifestazioni più note e frequenti, sono diventati nell’ultimo ventennio una vera e propria "I disordini alimentari, di cui anoressia e bulimia nervosa sono le manifestazioni più note e frequenti, sono diventati nell’ultimo ventennio una vera e propria Rating: 0
Home » Articoli Vari » C’è un limite di taglia in questa società

C’è un limite di taglia in questa società

“I disordini alimentari, di cui anoressia e bulimia nervosa sono le manifestazioni più note e frequenti, sono diventati nell’ultimo ventennio una vera e propria emergenza di salute mentale per gli effetti devastanti che hanno sulla salute e sulla vita di adolescenti e giovani adulti. Negli Stati Uniti, le associazioni mediche che si occupano di disordini alimentari non esitano a definirli una vera e propria epidemia che attraversa tutti gli strati sociali e le diverse etnie.” (cit. Fonte)

In questi giorni, girando su Facebook, mi sono imbattuto in un annuncio pubblicitario dove si cercavano delle ragazze con determinate caratteristiche tra le quali  “taglia massimo 42″. In un commento ho fatto notare come questa cosa fosse assurda: è forse vergognoso avere una 44-46? Mi sono venute in mente anni di campagne contro l’anoressia, immagini di ragazzi e ragazze ridotte malissimo pur di avere l’illusione di essere magri, coetanei influenzati anche da questo tipo di bombardamento mediatico dove passa il messaggio che la 44 è troppo e la 46 impronunciabile.
Ho pensato a tutto questo e ho espresso una mia opinione, sperando in un dialogo. Mi è stata tolta l’amicizia senza possibilità di replica.
Questa è la società che stiamo costruendo dando la colpa agli altri. C’è un limite di taglia in questa società.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento

*

© 2012 il Ritaglio.it - Il Ritaglio è un blog ad indirizzo giornalistico e pertanto non è una testata registrata. |

Torna su